Ballottaggio per le Primarie: alle 17:00 affluenza in calo

In una nervosa atmosfera, lunghe code e disguidi per la mancata digitalizzazione dei dati, e caccia all'elettore di Centrodestra. Danti (Comitato Renzi): "Casi gravissimi ai seggi"


FOTOGRAFIE — A Firenze, secondo il Coordinamento regionale toscano per le Primarie del centrosinistra, si è verificato un problema tecnico, a causa della società incaricata della digitalizzazione dei dati degli elettori iscritti, per cui i volontari ai seggi sono costretti all’uso dei registri cartacei dei votanti del primo turno e delle liste elettorali comunali. Per tutto il giorno le operazioni di voto sono procedute a rilento. Alle ore 17 nei seggi elettorali di Firenze e provincia hanno votato circa 80.00 persone, circa 40.000 solo a Firenze città. Alle ore 12 nei seggi elettorali di Firenze e provincia avevano votato 50.400 persone, 24.150 solo a Firenze città.

Nel Circondario Empolese Valdelsa per il ballottaggio fra Pier Luigi Bersani e Matteo Renzi per le elezioni primarie del centro sinistra alle ore 17.00 hanno votato 20.381 persone. Domenica 25 novembre alla stessa ora avevano votato 21.573 persone (-5,53%). Non si sono verificati particolari problemi ai seggi,le operazioni di voto si sono svolte nella massima tranquillità. Alle ore 12.00 avevno votato 10.020 persone. Domenica 25 novembre alla stessa ora avevano votato 10.566 persone.

Si coglie in molti seggi un certo allarme circa l'infiltrazione di votanti non di sinistra. A Massa Marittima, il coordinamento, in seguito a ricorso ha escluso dalle liste elettorali, ai sensi dell’articolo 3 del Regolamento delle primarie, sei persone ritenute riconducibili a ruoli politici, o amministrativi per il Centrodestra.

"Dall'apertura dei seggi fino ad ora persistono in Toscana casi gravissimi, che mettono a rischio la validità del voto in numerosissimi seggi. Chiediamo al coordinamento toscano delle primarie di intervenire immediatamente per ripristinare condizioni minime di legalità in tutta la regione". Lo afferma Nicola Danti, responsabile dei comitati Renzi in Toscana. "In molti seggi fiorentini - spiega Danti - mancano i registri del primo turno, nel comune di Fivizzano sono stati impropriamente trattenuti i cedolini del 25 novembre e consegnati nuovi oggi, a Grosseto vengono segnalati numerosi casi di doppi elenchi. Per ora denunciamo una situazione intollerabile di disorganizzazione, speriamo - conclude Danti - che non si tratti di altro".

“Da quello che ci risulta in Toscana al di là di qualche problema organizzativo non dipendente dagli uffici elettorali, le operazioni di voto si stanno svolgendo nel massimo della serenità e della regolarità. Non va quindi alimentato un clima di sospetto non attinente alla realtà dei fatti in un giorno così importante” Così il deputato Luca Sani e il consigliere regionale Ivan Ferrucci, del coordinamento regionale dei Comitati Bersani, replicano alle accuse.

Ieri a Firenze sono state esaminate 9262 richieste fra mail, fax e persone che sono fisicamente venute a chiedere la deroga per il voto al ballottaggio. 10 di esse sono state accolte, tutte le altre rigettare. Possibile che tutte le altre non spiegasseto i motivi dell’impossibilità a iscriversi? “Un afflusso esagerato, evidentemente organizzato di richieste che ci siamo trovati costretti a rigettare” Luigi Izzi, rappresentante di Pier Luigi Bersani presso il coordinamento provinciale di Firenze, ha commentato il lavoro del coordinamento provinciale delle primarie.

Redazione Nove da Firenze