Abetone: presentata oggi la nuova stagione sciistica 2012-2013

Il Presidente di Abetone Multipass, Giovanni Guarnieri: "Anche quest’anno confermiamo i prezzi dello scorso anno, addirittura con qualche ritocco al ribasso e con interessanti sconti per i bambini e le famiglie".


MONTAGNA — E’ stata presentata oggi presso il Salone dei 500 in Palazzo Vecchio a Firenze la stagione 2012/2013 di Abetone. Un incontro dedicato ad illustrare novità, caratteristiche ed appuntamenti del nuovo inverno, ma anche a fare il punto su un settore che paga gli effetti congiunti negativi della crisi e di una stagione passata avara di neve.

Ha aperto i lavoro il Presidente del Consiglio Comunale Eugenio Giani, che ha portato i saluti del Sindaco Matteo Renzi, e ha ricordato la lunga tradizione di rapporti tra Firenze e l’Abetone, unite da un gemellaggio sportivo.

“Un’unione - ha detto Giani – che si farà sempre più stretta nell’ambito della nuova città metropolitana. Grazie inoltre al rapporto tra Abetone ed Aspen, ha detto ancora Giani, presentato lo scorso anno proprio qui in Palazzo Vecchio, Firenze potrà in qualche modo vantare un rapporto anche con questa importante località del Nordamerica. Potremmo definire Aspen per Firenze, come una sorta di 'città aggiuntiva' . Molto interessante poi il rapporto tra cultura e sport invernali, a cui quest’anno si dà il via con il rapporto con i Musei Smi - ha concluso Giani - e che dobbiamo allargare anche a Firenze”

Ha preso poi la parola il Sindaco di Abetone Gian Piero Danti. Il sindaco ha messo in luce come il turismo bianco, anche all’Abetone, sia ad un punto di svolta:

“Si devono risolvere alcuni nodi strutturali della stazione, oppure sconteremo questo ritardo - ha commentato”. Tra i nodi da risolvere ha citato l’annosa questione della viabilità, che richiede però interventi di lunga durata. “Ci sono invece cose che possiamo fare da subito - ha detto - e a costi accessibili per rilanciare la nostra stazione, tra cui dotarla di servizi quali piscina, palestra, campo sportivo, oltre che investire sul turismo ambientale. Anche per il turismo bianco conterà poi sempre più la collaborazione con Firenze, alla quale saremo uniti nella futura città metropolitana., per trovare forme di integrazione tra il turismo culturale e quello sportivo/ambientale. Insomma, lo slogan lanciato anni fa per la presentazione della stagione invernale, ”Abetone Montagna dei Fiorentini” sta diventando sempre più realtà. Molte cose si stanno però già muovendo all’Abetone, ha proseguito il sindaco. “Ne è una prova il recente accordo con la Regione Emilia Romagna per la promozione congiunta e per lo skipass unico, che si concretizzerà nella stagione 2013/2014, importante per aumentare l’appeal dell’Appennino verso il turismo delle settimane bianche e straniero”. Il sindaco ho poi concluso con una nota polemica nei confronti delle Regioni a statuto speciali, dove le strutture del turismo bianco – impianti ma anche alberghi - beneficiano di notevoli contributi. “Una situazione – ha concluso il sindaco – che sfiora la concorrenza sleale”. Il sindaco Danti ha inoltre annunciato che porterà ad Aspen nei prossimi giorni il pettorale n° 8 con il quale sia Zeno Colò che Celina Seghi hanno vinto le loro medaglie ad Aspen.

La Presidente della Provincia di Pistoia Federica Fratoni, assente per motivi istituzionali, ha mandato il seguente messaggio:

“Il comprensorio dell’Abetone rappresenta una delle stazioni sciistiche più importanti dell’Appennino e si colloca all’interno di un Sistema Neve Toscano, che può trovare linfa vitale solo nell’ambito di un’ azione sinergica e coordinata, pubblica e privata, che sappia valorizzarne le potenzialità e ingrandirne la platea di fruizione, attraverso canali nazionali e internazionali.

In questo senso, il contesto metropolitano che si va delineando, all’interno del quale la montagna pistoiese è un patrimonio fondamentale di risorse e di professionalità, costituisce un valore aggiunto e pone le premesse per una promozione a tutto campo del turismo bianco toscano, attraverso un’offerta integrata che comprende tutto il territorio. Mi auguro che la neve sia protagonista di questa stagione invernale, che si presenta ricca di offerte e importanti novità, e rivolgo un saluto e insieme l’augurio di buon lavoro a tutti gli operatori.”

Il Presidente di Abetone Multipass Giovanni Guarnieri ha messo in luce la politica dei prezzi bloccati.

“Anche quest’anno confermiamo i prezzi dello scorso anno, addirittura con qualche ritocco al ribasso e con interessanti sconti per i bambini e le famiglie. Tutto questo pur in presenza di significativi aumenti dei costi di gestione, pensiamo solo al carburante e all’energia. E’ un chiaro segno della nostra volontà, come impiantisti, di venire incontro agli sciatori e in particolare alle famiglie, in un momento non certo facile per la nostra economia. Tutto ciò, unito anche ad una stagione passata davvero negativa, ha portato alcune società a dover far fronte a serie difficoltà nell’ottenere il pareggio di bilancio, situazione sulla quale pesa anche il costo dei forti investimenti per l’innovazione degli scorsi anni. Ciò nonostante non possiamo fermarci e dobbiamo guardare avanti, puntando sul fare sistema - non solo in montagna ma anche con le città d’arte, Firenze in primis che oggi ci ospita - su un rinnovato rapporto con la Regione Toscana e naturalmente su una stagione ricca di neve”.

Il Presidente di Anef toscana Andrea Formento ha sottolineato gli aspetti di difficoltà di tutto il “Sistema neve” toscano.

“Il sistema toscano della neve è giunto ad un momento cruciale per la propria esistenza – ha dichiarato – o riesce a rimodularsi ed a trovare una nuova forma di collaborazione tra il pubblico ed il privato o rischia di morire. E’ necessario trarre spunto – ha proseguito – dalle esperienze fatte dalle altre regioni tra cui il Friuli Venezia Giulia, la Valle d’Aosta ma anche il Lazio e la Calabria per trovare la soluzione alle problematiche di questo settore che rappresenta il volano dell’intera economia montana ed a cui è legato il futuro di oltre 5.000 addetti. La Regione Toscana ha fatto molto in questi anni – ha concluso il Vice Presidente nazionale degli Esercenti funiviari - ma oggi è necessario uno sforzo strutturale affinché vi possa essere un futuro nello sci toscano.

Ha concluso i lavori il Presidente di Uncem Toscana Oreste Giurlani .


"Il Sistema TOSCANA NEVE - ha dichiarato - è un luogo di confronto tra Enti Locali e privati, costituitosi per giungere insieme alla sintesi e all'elaborazione delle esigenze della montagna toscana degli Sport Invernali.
E' un sistema che di sicuro sta crescendo, potremo definirla un'esperienza forse unica, che ha portato in questi anni a sensibilizzare la Regione Toscana a mettere in campo risorse ed interventi, oltre a promuovere la condivisione di esperienze tra operatori ed amministratori locali. Lo scopo infatti è quello di far crescere un metodo di lavoro collegiale ed unitario, cosa alla quale peraltro la Toscana è poco abituata".

"Lavorare insieme con obiettivi comuni - prosegue Giurlani -per salvaguardare una delle attività più importanti dell'alta montagna, significa per noi anche valorizzare la professionalità e la passione di chi si occupa di questo settore. Anche quest'anno, in collaborazione con il TGR ed Anef, riproporremo la positiva esperienza del bollettino TOSCANA NEVE, che sta contribuendo a dare un'immagine unitaria della Toscana invernale: un punto di partenza fondamentale anche per qualsiasi ulteriore scelta futura di collaborazione proficua con altri territori".



Redazione Nove da Firenze