Il fascino delle icone russe in mostra a Certaldo

Un'esposizione mirata per avvicinare all'arte spirituale ortodossa


MOSTRA —

CERTALDO (FI) – Il Museo Casa del Boccaccio ospiterà, dal 31 marzo al 6 maggio (orario 9,30-13,30 / 14,30-19,00 ingresso euro 3,00) la mostra Oltre le porte regali. Un viaggio nella spiritualità delle icone. Le opere, provenienti da varie parti del “continente russo” e raccolte nel Museo di Icone Russe di Peccioli (PI), sono una selezione delle due collezioni che costituiscono il Museo pecciolese: la donazione “Francesco Bigazzi” e la collezione della Belvedere s.p.a., mirata ad avvicinare il visitatore a questa espressione artistica della spiritualità del cristianesimo ortodosso.
Nell’occasione saranno esposte, oltre ad un esemplare di “porte regali” (un’opera che simbolicamente rappresenta la separazione fra il presbiterio e la navata, ovvero fra le cose divine e il popolo dei fedeli) ed un Vangelo moscovita del 1903, anche una serie di icone dedicate a Maria, a Cristo e ai Santi, e dei “polittici da viaggio”.
Questi ultimi, infatti, erano costituiti da tre o quattro parti – di solito su metallo smaltato, raffiguranti episodi dalle vite dei Santi o del Cristo – che potevano, date le loro dimensioni molto ridotte, sovrapporti l’una all’altra fino a costituire una sorta di “libretto” portatile.

All’inaugurazione, sabato 31 marzo ore 16,30, interverranno i rappresentanti delle Istituzioni e delle Associazioni organizzatrici, ed il Prof. Arnaldo Nesti, Direttore del CISRECO (Centro internazionale per lo studio del religioso contemporaneo) e Daria Maltseva, San Pietroburgo, con due prolusioni sulla spiritualità cristiano-ortodossa e l’arte delle icone.

La mostra è resa possibile da: Fondazione Peccioliper , Comune di Certaldo, Ente Nazionale “Giovanni Boccaccio”; Associazione “Differenze culturali”; Associazione “Anthos” e Gruppo “Larem Alberto”; Associazione “Cittadini senza confini”, Sezione Soci Unicoop Certaldo.

Progettazione e realizzazione: Associazione Culturale “M.A.N.” e Fondazione Peccioliper

Redazione Nove da Firenze