Sopralluogo istituzionale sul cantiere della nuova Sr 429

Lavori già al 60 per cento sul versante senese. Se il ritmo di avanzamento resterà questo anche in futuro, non è escluso che l'intervento possa concludersi in anticipo rispetto ai tempi annunciati e fissati per aprile 2013


INFRASTRUTTURE —
I lavori sul tratto senese della Sr 429 procedono nei tempi previsti dal progetto e sono già completati per il 60 per cento. Se il ritmo di avanzamento resterà questo anche in futuro, non è escluso che l'intervento possa concludersi in anticipo rispetto ai tempi annunciati e fissati per aprile 2013. Questo è quanto è emerso oggi, giovedì 9 giugno durante un sopralluogo sul cantiere, che ha visto la partecipazione di una delegazione istituzionale composta dall'assessore regionale alle infrastrutture, Luca Ceccobao; dal vicepresidente della Provincia di Siena e assessore ai lavori pubblici, Alessandro Pinciani e dai sindaci di Poggibonsi e San Gimignano, rispettivamente, Lucia Coccheri e Giacomo Bassi.

Il progetto. Gli interventi per la variante alla Sr 429 interessano il territorio di due province - Siena e Firenze - e quattro Comuni - Poggibonsi, San Gimignano, Barberino Val d'Elsa e Certaldo. Il lotto che fa capo alla Provincia di Siena come ente appaltante è di circa 12,3 km, va da Poggibonsi a Certaldo e comprende sei ponti, di cui tre sul fiume Elsa e tre sui fiumi Bacchereto, Avane e Avanella. I lavori in corso di esecuzione hanno un costo di circa 21 milioni e 800 mila euro (20 milioni e 400 mila euro più circa un milione e 400mila euro di oneri per la sicurezza). La ditta che si è aggiudicata l'appalto è la Cooperativa di Costruzione di Modena.

La “nuova 429” sarà una strada a due corsie di diverso senso di marcia, larga 10 metri e 50 cm (due corsie di 3,75 m oltre ad 1,50 m di banchina per parte) adatta ad un traffico con velocità di 100 Km/h (anche se il limite amministrativo fissato è di 90 km/h). Non avrà incroci a raso e l'immissione sarà possibile solo tramite rotatorie.

I lavori sono stati consegnati il 16 aprile 2009 e prevedono una durata contrattuale di 4 anni. Visto lo stato di avanzamento e il ritmo mantenuto fino ad oggi è realistico ipotizzare una chiusura in anticipo del cantiere.

Le dichiarazioni. "I lavori procedono con grande rapidità - ha detto l'assessore regionale, Luca Ceccobao - ed è bene che continuino con questo ritmo. Si tratta di un intervento di grande importanza per il territorio senese, non dimentichiamoci che la 429 collega la Firenze-Siena e la Firenze-Pisa-Livorno, attraversando territori di grande importanza. Questo lotto – ha aggiunto l'assessore - è parte di un più ampio intervento di variante che coinvolge anche il tratto fiorentino della Sr 429. Al termine dei lavori avremo una strada più moderna e sicura che consentirà di collegare velocemente Siena e la direttrice Firenze-Costa limitando l'esposizione a rischi e smog dei centri abitati attraversati e soprattutto, mettendo in sicurezza una delle strade regionali che presentava elevati indici di pericolosità."
“La nuova Sr429 - ha affermato il vicepresidente della Provincia di Siena e assessore ai lavori pubblici, Alessandro Pinciani - rappresenta un’opera strategica, attesa da anni, per la viabilità dell’area valdelsana. L’intervento si inserisce in un contesto più ampio di interventi sulla viabilità che ha visto e sta vedendo la Provincia impegnata nella realizzazione di altre infrastrutture, insieme alla Regione e ai Comuni, per migliorare le strade di accesso al territorio provinciale e garantire una crescente competitività; incrementare le relazioni della provincia e della sua economia con il resto della Toscana e del Paese e contribuire a superare il deficit di collegamenti che, per decenni, ha penalizzato Siena e la Valdelsa. La nuova arteria – ha aggiunto Pinciani – garantirà collegamenti rapidi in direzione di Pisa e di Siena, oltre che in altre zone della regione. Salutiamo con favore la possibilità che i lavori si concludano prima del previsto e ringraziamo tutti i soggetti che stanno lavorando per raggiungere questo risultato e per offrire al più presto al territorio una strada moderna e sicura, che tiene conto anche di un ridotto impatto ambientale e paesaggistico”.

“A conclusione di questo intervento - ha detto il sindaco di Poggibonsi, Lucia Coccheri - la 429 sarà una strada adeguata alle esigenze delle persone e delle aziende del territorio, che potranno contare su una via di comunicazione rapida e sicura. Questa arteria potrà svolgere, in modo efficace, il suo ruolo strategico nella viabilità di tutto il territorio valdelsano ma anche provinciale, che, come sappiamo, soffre nei collegamenti con il nord e il nord-ovest della Toscana. La città di Poggibonsi – ha proseguito Coccheri - si è sempre impegnata sul fronte della 429, altrettanto importante dell’ammodernamento dell’Autopalio, e siamo estremamente soddisfatti del buon andamento dei lavori. Un intervento significativo e prezioso, di cui ringraziamo la Regione Toscana e la Provincia di Siena, nell’auspicio che anche l’Autopalio sia oggetto di un analogo impegno da parte dell’Anas”.

“Il Comune di San Gimignano - ha sottolineato il sindaco di San Gimignano, Giacomo Bassi - ha accolto con grande disponibilità la proposta progettuale di Regione e Provincia di far correre per un lungo tratto la nuova Sr429 sul territorio sangimignanese. Mi sembra un chiaro esempio di fattiva collaborazione territoriale fra enti locali che afferiscono allo stesso ambito e guardano alle medesime prospettive. La nuova strada rappresenta non solo un elemento di maggiore sicurezza e scorrimento veicolare, ma anche un’infrastruttura decisiva e strategica per lo sviluppo delle aree produttive della Valdelsa e, in particolare, di Cusona e Badia a Elmi, nel territorio sangimignanese. Per completare il sistema stradale della valle dell’Elsa, rimane da realizzare la circonvallazione di Ulignano, opera già inserita nel piano triennale delle opere pubbliche della Provincia di Siena e di cui è in corso l’assegnazione della progettazione definitiva”.

Redazione Nove da Firenze