Mugello: Ex aequo al decimillesimo di secondo in una gara di moto

Due piloti per la prima volta al mondo tagliano nel medesimo istante il traguardo. Il 'medesimo' istante è stato frazionato al fotofinish ma non c'è stata una prevalenza tra i due motociclisti. Accade durante il National Premier Cup a Scarperia


MOTOCICLISMO — Una curiosità dal Mugello dove ieri si è disputata la quinta prova della National Premier Cup di motociclismo. Due piloti sono stati classificati al secondo posto a pari merito.
E' accaduto in una gara di contorno alla manifestazione. Sulle moto dei due piloti (come di tutti gli altri partecipanti) era stato posto il trasponder, uno strumento attraverso il quale il sistema di cronometraggio elettronico per mezzo di antenne legge il tempo in occasione del passaggio sul traguardo e negli intermedi posti lungo la pista. "Entrambi i piloti avevano lo stesso tempo, spiega Lando Poggi responsabile del cronometraggio sul circuito del Mugello e membro della FICR, la Federazione Cronometristi.
Abbiamo allora utilizzato il nuovo fotofinish che ci permette di dividere in dieci parti il millesimo di secondo, ma anche questa ulteriore verifica non ha permesso di sciogliere il quesito".

I due piloti, così, sono stati classificati ex aequo al secondo posto. Secondo Poggi, che da 38 anni svolge le funzioni di cronometrista, si tratta del primo caso nel mondo dei motori di un ex aequo al decimillesimo di secondo del quale si abbia notizia.

Redazione Nove da Firenze