Dopo 13 anni torna a Firenze la Nazionale di basket

Presentato oggi in Palazzo Vecchio il “Trofeo Mandela Forum” dal 16 al 18 luglio. Il coach Simone Pianigiani: “Voglio una squadra ambiziosa e con voglia di crescere”.


PALLACANESTRO — Torna a Firenze dopo 13 anni la nazionale di basket. Il 16, 17 e 18 luglio è in programma il Trofeo Nelson Mandela Forum, quadrangolare di preparazione in vista delle gare di qualificazione a Eurobasket 20011 in calendario nel mese di agosto. Al torneo, presentato oggi in Palazzo Vecchio dal sindaco Matteo Renzi, dal vicesindaco e assessore allo sport Dario Nardella, dal presidente della Fip Dino Meneghin, dal ct azzurro Simone Pianigiani, parteciperanno Macedonia, Bulgaria, Polonia e Italia.

“La mia Nazionale – ha sottolineato Simone Pianigiani coach azzurro - sarà formata da un gruppo di giocatori che deve avere l'ambizione di conquistare qualcosa in più e crescere a livello europeo. Il Torneo di Firenze rappresenta in tal senso un appuntamento importante”.

“Oggi in questa prestigiosa sala della nostra città – ha detto il sindaco Renzi – c’è la pallacanestro italiana. Per questo voglio ringraziare pubblicamente il presidente Meneghin e il coach Pianigiani che hanno scelto di disputare questo quadrangolare nel nostro Mandela Forum, adeguato alle normative internazionali per la disputa di grandi eventi. Questo appuntamento di metà luglio rappresenta uno sforzo che tutti assieme, Amministrazione comunale, federazione con in testa il suo presidente Meneghin, Marco Calamai che è il rappresentante del Comune di Firenze all’interno del Mandela Forum, stiamo facendo per riportare il grande basket in riva all’Arno e rivivere le grandi stagioni che per lunghi anni Firenze ha espresso”.

L’assist del sindaco Renzi è stato raccolto dal presidente Meneghin che ha ricordato che a Firenze “sotto la cenere c’è ancora del fuoco, basta ravvivarlo”.

L’appuntamento fiorentino è il primo a “livello del mare” dopo la preparazione in quota a Bormio che gli azzurri sosterranno dal 29 giugno all’11 luglio e permetterà di vedere all’opera i due Nba Andrea Bargnani e Marco Belinelli.

“Le prime dieci mani per il rilancio in grande stile del basket a Firenze – ha detto il vicesindaco Nardella – sono a questo tavolo. La Nazionale viene a giocare in una città che conosce e ama il basket, dove si contano oltre 4.000 tesserati con le nostre società che hanno saputo unire le loro energie per dar vita a un progetto ambizioso. Una finestra dunque si è riaperta e ci sono tutti gli elementi perché l’obiettivo di riportare il grande basket a Firenze possa essere centrato”.

Il vicesindaco Nardella ha anche ricordato che l’arrivo della Nazionale a Firenze è stato possibile “grazie all’intervento da 730.000 del Comune di Firenze per l’impianto di climatizzazione del Mandela Forum, che permetterà anche di ospitare la World League e i mondiali di pallavolo

La Nazionale maschile di basket gioca a Firenze per la terza volta nella propria storia. La prima nel 1985 per un Torneo, la seconda per un All Star Game nel 1997. “Per me è un piacere tornare a Firenze, una città che ha conosciuto la Serie A e che ha bisogno e voglia di grande basket – ha affermato il presidente FIP Dino Meneghin - Qui c'è tanto entusiasmo e molta attenzione a tutto il movimento della pallacanestro, a partire dal settore giovanile. Sono convinto che l'arrivo della Nazionale a Firenze dia ancora più fiducia a tutte le persone che vogliono riportare il grande basket in questa città. Giocheremo un torneo internazionale molto importante e sono convinto che l'impegno da parte di tutti sarà massimo. Ringrazio il comune di Firenze che ci ha permesso di venire a giocare in condizioni ottimali. Siamo orgogliosi di poter venire in una città così prestigiosa. Sono sicuro che il pubblico farà sentire il proprio calore ed il proprio apporto, dimostrando ancora una volta di meritare il palcoscenico della Serie A”.

Questo il calendario del quadrangolare in programma al Mandela Forum: il 16 luglio Polonia-Bulgaria (18) e Italia-Macedonia (20.30); il 17 luglio Macedonia-Bulgaria (18) e Italia-Polonia (20.30); il 18 luglio Macedonia-Polonia (18) e Italia-Bulgaria (20.30).

I prezzi per ciascun incontro: 1° settore Euro 25 + 3,50 di diritto prevendita; 2° settore 14 + 2; ridotti 1° settore 20 + 3 (under 14), tesserati Fip 23 + 3,40 e 20 + 3 (gruppi di almeno 10 persone); 2° settore 11 + 1,50 (under 14), 12 + 1,50 (tesserati Fip) 11 + 1,50 (gruppi di almeno 10 persone). Abbonamenti: 1° settore 38 + 5, 2° settore 20 + 3 (per le due partite giornaliere). Per tutte e sei le partite: 102 + 15 per il 1° settore e 57 + 9 per il 2° settore.

La vendita dei biglietti e abbonamenti è affidata al Box Office (www.boxol.it)i

Al termine della presentazione del torneo, il comitato regionale della Fip e il Comune di Firenze hanno voluto consegnare un riconoscimento a un gruppo di “pionieri” del basket a Firenze. Questo l’elenco dei premiati: Pier Nicola Salerni, Nino Bongiovanni, Paolo Tuci, Giovanni Corsani, Maurizio Patrignani, Guido Carlo Gatti, Piero Del Prete, Paolo Fantoni, Renato Martelloni, Giorgio Busoni, Luciano Baldini, Silvano Susini, Maria Grazia Masini, Sandro Grossi, Riccardo Paludi, Giuseppe Varrasi (alla memoria), Luciano Pedini, Rudy D'Amico, Daniela Fabbri, Roberto Salvadori, Paolo Ricci, Marianna Balleggi, Maurizio Sarti. Quattro i riconoscimenti speciali a Paolo Allegretti, Giovanni D'Agostini, Simone Cardullo e Eugenio Giani

Redazione Nove da Firenze