Voli aerei: Toscana bloccata. Ministero Salute: nessun rischio ceneri

Rimane chiuso lo spazio aereo su Firenze fino alle 8:00 di domani. Intanto è boom di visite per i siti internet specializzati in autostop o car pooling. Volo di ricognizione dell'Enav sulle rotte italiane per mappare il fenomeno della cenere vulcanica


ERUZIONE VULCANO ISLANDA — A causa della nube di cenere provocata dall'eruzione del vulcano islandese, continuano anche oggi i disagi del traffico aereo, con la cancellazione di voli di linea anche sullo scalo Pisano. All'aeroporto Amerigo Vespucci sono cancellati tutti i voli in partenza ed in arrivo. I passeggeri in partenza da Firenze devono contattare la compagnia aerea per il cambio di prenotazione e non recarsi in aeroporto.

In particolare a Pisa:

•Tutti i voli da/per Regno Unito,Irlanda e Danimarca di oggi sono cancellati.
•Tutti i voli da/per Finlandia, Norvegia e Svezia di oggi sono cancellati.
•Tutti i voli da/per Belgio e Olanda di oggi sono cancellati.
•Tutti i voli da/per Marsiglia per la Francia Meridionale di oggi sono cancellati.
•Tutti i voli da/per la Francia settentrionale di oggi sono cancellati.
•Tutti i voli da/per la Germania settentrionale di oggi sono cancellati.
•Tutti i voli da/per la Polonia sono cancellati.
•Tutti i voli da/per l' Italia Settentrionale sono cancellati.
•Tutti i voli da/per l' Italia Centrale sono cancellati.


Pertanto, a tutti coloro che devono intraprendere un viaggio nella giornata di oggi o in data successiva, SAT consiglia, prima di recarsi in aeroporto, di prendere contatto, via web oppure telefonicamente, con la Compagnia Aerea con la quale intendono viaggiare, oppure di rivolgersi all’Agenzia di viaggio con la quale hanno prenotato il volo. Tutte le Compagnie Aeree che operano sullo scalo pisano permetteranno di effettuare senza costi aggiuntivi un cambio di prenotazione o di chiedere il rimborso del biglietto aereo direttamente tramite i rispettivi siti internet. È inoltre possibile verificare in tempo reale lo stato degli arrivi e partenza sull’Aeroporto di Pisa direttamente sul sito internet, all’interno della sezione “Voli in tempo reale”.

La Regione con le proprie strutture tecniche sta monitorando costantemente e attentamente il fenomeno della nube di cenere del vulcano islandese, che dalla mappatura di questa mattina sembra lambire solo marginalmente il territorio toscano. Sono diverse le variabili di cui tenere conto in relazione a eventuali provvedimenti di cautela in ambito sanitario: la durata del fenomeno, l’altezza a cui si posiziona la nube, le condizioni meteorologiche generali.

Il Ministero della Salute ha affermato che attualmente non ci sono rischi per la salute umana. Insieme al ministero dell'Ambiente ha attivato le Regioni, l'Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) e le agenzie per l'ambiente regionali, per un attento monitoraggio della situazione.

In relazione alla concentrazione del particolato inalabile (inferiore a 10 micron, PM10) gli esperti ritengono che sia nettamente diluito con l'aumentare della distanza dalla zona di emissione. La concentrazione di queste sostanze è rilevabile attraverso le centraline di monitoraggio del PM10 distribuite capillarmente su tutto il territorio, e quindi in caso di necessità saranno diramati messaggi di avvertimento e raccomandazioni per evitare esposizioni prolungate all'aria aperta, rivolte soprattutto alle persone affette da malattie dell'apparato respiratorio, quali asma e broncopneumopatia cronica ostruttiva. (sc)


Volo di ricognizione dell'Enav sulle rotte italiane
L’Enac (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) ha autorizzato l’Enav (Azienda italiana per l’Assistenza al Volo) ad effettuare stamattina un volo di ricognizione per controllare direttamente lo stato delle aerovie italiane interessate dalla nube vulcanica proveniente dall’Islanda.

Il volo viene effettuato da un velivolo Cessna Citation 2 del Reparto Radiomisure dell’Enav, con equipaggio di condotta comandato dallo stesso Dirigente Operazioni Volo dell’azienda.

La rotta della missione disposta dall’Enac prevede il decollo dell’aereo Enav da Ciampino nella mattinata odierna, la prosecuzione del velivolo sulla rotta Bolsena-Ferrara, con stabilizzazione a varie quote ed un avvicinamento all’aeroporto di Venezia Tessera; da qui l’aereo Enav riattaccherà direttamente per svolgere quindi un avvicinamento a Milano Linate, da dove, ugualmente senza atterrare, effettuerà il rientro a Ciampino attraversando a varie quote lo spazio aereo italiano lungo la direttrice Pisa-Grosseto.

Al termine di questo volo di ricognizione, il Cessna Citation 2 dell’Enav verrà condotto negli hangar di manutenzione di Ciampino per essere minuziosamente ispezionato; i motori verranno sbancati ed analizzati per verificare il loro stato di usura e l’eventuale presenza di particelle della nube vulcanica, anche nell’olio del motore.

Il Presidente dell’Enac, Vito Riggio, ha inoltre chiesto al Capo del Dipartimento per la Protezione Civile, Guido Bertolaso, di poter disporre prima possibile - attraverso l’Istituto Italiano di Vulcanologia - di appositi sensori in grado di rilevare e misurare la presenza di ceneri vulcaniche in quota, non rilevabili via radar. Ciò al fine di raccogliere al più presto ulteriori dati ed elementi di analisi da poter affiancare a quelli del bollettino europeo ed ai modelli matematici forniti a livello comunitario da Eurocontrol.


Migliaia di persone si organizzano grazie al portale fiorentino di car pooling
"Ciao ragazzi, Il mio volo per Milano è stato cancellato e ho assoluta esigenza di tornare in Italia il prima possibile. Immagino che molti di voi saranno nella stessa situazione. Noleggiamo un'auto? Contattatemi!" Con questo messaggio Ambra985 cerca di tornare a casa nonostante il blocco dei voli che ha colpito l'Europa a causa della nube carica di cenere generata dall'eruzione del vulcano islandese.

Ad organizzare Ambra e centinaia di persone nella sua situzione è la tecnologia del portale italiano www.roadsharing.com nato nel 2008 per condividere passaggi in auto. Il servizio, in cinque lingue, è gratuito e consente di fare autostop e car pooling in modo semplice e sicuro. Basta un computer o uno smartphone e il gioco è fatto. Spostarsi nell'Europa degli aeroporti chiusi torna ad essere possibile.

A confermarlo sono i numeri del portale registrati nelle ultime ore. E' il fondatore del portale Daniele Nuzzo, ad aggiornare i dati: "Dal blocco dei primi voli migliaia di viaggiatori si sono collegati ogni ora al sito per cercare un passaggio verso casa o condividere il noleggio di una macchina. Dai cellulari e notebook i viaggiatori bloccati negli areoporti hanno inviato su Twitter e su Roadsharing.com richieste con i tag 'roadsharing' e 'getmehome' creando un flusso continuo di contatti per condividere auto, furgoni ed altri mezzi per tornare a casa".

Anche Passaggio.it, piattaforma di carpooling, ha registrato da questa mattina un incremento del 30% nel numero di visitatori. Si tratta di viaggiatori diretti verso quelle città i cui aeroporti sono stati chiusi.

Redazione Nove da Firenze