Record di passeggeri per la tramvia di Firenze

I disagi su alcune linee scolastiche, segnalati ad Ataf che si è subito fatta carico di indicarli alla Provincia di Firenze, saranno risolti entro la settimana con un incontro a tre: Provincia-Comune Firenze-Ataf&Linea


Una media di 30mila passeggeri al giorno: è il dato record di affluenza su T1, all'indomani della rivoluzione del 21 marzo. "Una ulteriore risposta all'apprezzamento mostrato dai passeggeri per la prima linea del tram arriverà con l'intensificazione della frequenza prevista per dopo Pasqua", dice il presidente di Ataf e Gest, Filippo Bonaccorsi.

Anche le modifiche apportate alle linee bus stanno dando riscontri positivi, sia per quanto riguarda il numero dei passeggeri che i tempi di percorrenza. "I bus sono molto regolari, rispettano tutti gli orari previsti dalla programmazione del servizio", aggiunge Bonaccorsi.

I disagi su alcune linee scolastiche, segnalati ad Ataf che si è subito fatta carico di indicarli alla Provincia di Firenze, saranno risolti entro la settimana.

Entro la prossima settimana incontro Provincia-Comune Firenze-Ataf&Linea
“I nostri tecnici stanno già lavorando per trovare la soluzione al problema emerso con il nuovo percorso del 72”. Così l’assessore ai Trasporti e Mobilità della Provincia di Firenze rassicura gli studenti dell’istituto tecnico Marco Polo che da qualche giorno non riescono a raggiungere in orario la scuola a causa dello spostamento della fermata del bus da viale Etruria a via Baccio da Montelupo.

“Purtroppo quando si fanno le cose in fretta, qualche disservizio può sempre emergere – aggiunge l’assessore provinciale – ma da parte della Provincia è già iniziato il lavoro per mettere fine a questa situazione di disagio che riguarda gli studenti che frequentano l’istituto di via San Bartolo a Cintoia. Si tratta di verificare se, da un punto di vista di fattibilità tecnica, è meglio chiedere l’anticipo dell’orario di partenza del bus, oppure è più agevole puntare sull’avvicinamento della fermata rispetto all’ingresso della scuola”.

“Comunque sia – conclude l’Assessore ai Trasporti e Mobilità - entro la prossima settimana si svolgerà l’incontro con il Comune di Firenze e con Ataf&Linea, per definire la soluzione più adatta per recuperare i minuti che gli studenti perdono con il nuovo percorso del 72”.

Redazione Nove da Firenze