Rubrica — Spettacolo

Al Teatro delle Arti di Lastra a Signa "Dall'Antigone", in scena danzatori, attori e un coro di giovani danzatrici

Dall'Antigone

Venerdì 5 aprile ore 21 debutto nazionale per la nuova produzione della Compagnia degli Istanti/Compagnia Simona Bucci


Si chiude venerdì 5 aprile (ore 21) con la prima nazionale di “Dall’Antigone” la rassegna di danza Resi_Dance 2018/2019 del Teatro delle Arti di Lastra a Signa (Firenze), a cura della Compagnia Simona Bucci/Compagnia degli Istanti.

“Antigone” pone in primo piano il contrasto tra Antigone e Creonte, tra legge naturale e legge umana, tra Re e suddito, tra potere politico e potere cittadino, tra famiglia e Stato. Sono i conflitti inconciliabili che si ritrovano anche nella nostra società contemporanea, così complessa e ricca di contraddizioni.
Lo spettacolo è una rilettura, in chiave contemporanea, della tragedia di Sofocle e si concentra sulla contrapposizione delle due figure femminili: Ismene e Antigone.
Da una parte c’è Ismene: rinunciataria e rispettosa delle regole, un personaggio che segue le correnti di pensiero vigente, abbandonando le proprie idee e scegliendo il compromesso meno rischioso; il suo opposto è la sorella Antigone: passionale, pronta a sacrificare la propria vita per amore e inseguire il principio divino. L’atto d’amore di Antigone darà inizio alle morti volontarie che alimentano la tragedia.
Antigone è colei che lotta per la giustizia e non a favore delle leggi, a volte inique.

Ideazione e coreografia sono a firma di Roberto Lori, consulenza alla regia e alla drammaturgia di Gianfranco Pedullà. In scena i danzatori Fabio Bacaloni, Ilaria Battaglioni, Elisa Carletti, Roberto Lori, Michela Paoloni. E con Giulia Anastasio, Matilde Baldessari, Letizia Bani, Iris Berdicchia, Francesca Bruno, Giulia Caneschi, Sabrina Cecere, Paola Fontana, Giulia Francavilla, Marta Iucci, Shasa Lastrucci, Giuditta Macaluso, Asia Neri, Alessia Parenti, Cristina Poli, Yuli Spiegelman, Arianna Terreno, Chiara Tufaro.
Con la partecipazione dell’attrice Rosanna Gentili e con Matteo Zoppi.

Musiche originali composte da Andrea Alessi, Giovanni Bedetti, Simone Bompadre.

Biglietti 15/13 euro, riduzioni per over 65, under 26, soci Coop, soci BCC, soci Biblioteca Comunale e Amici del Museo Caruso. Biglietto speciale a 8 euro per allievi delle scuole di danza (prenotazioni tel. 3401369666 -compagniasimonabucci@gmail.com).

Prevendite online su www.boxofficetoscana.it e www.ticketone.it e nei punti vendita dei circuiti Boxoffice Toscana www.boxofficetoscana.it/punti-vendita, compresa la Coop Lastra a Signa.

Per chi lo desidera, la sera dello spettacolo dalle 19.45, c’è l’aperitivo teatrale, con buffet e drink 6 euro (prenotazione consigliata entro il giorno precedente lo spettacolo - 055 8720058 - 331 9002510 teatrodellearti.lastraasigna.fi@gmail.com).

Come di consueto, è disponibile su prenotazione un servizio navetta dal capolinea Villa Costanza della tramvia, a Scandicci, e ritorno.

Redazione Nove da Firenze