Rubrica — In cucina

Al Real Collegio di Lucca "Artisans of Taste"

Appuntamento il 4 e 5 maggio. Ingresso gratuito al salone delle eccellenze del gusto. Dal Piemonte alla Sicilia, un viaggio alla scoperta dei prodotti tipici e di qualità del nostro paese


Non solo grandi vini ma un'esperienza nel gusto a 360 gradi. Sono molte le novità dell'edizione 2019 di Anteprima vini della costa toscana, la più grande rassegna enologica della Toscana costiera. Tra queste, una delle più significative è "Artisans of Taste", un vero e proprio salone del gusto, a ingresso gratuito, che nei chiostri del Real Collegio proporrà per la prima volta un percorso alla scoperta delle eccellenze gastronomiche italiane.

L'appuntamento è per sabato 4, domenica 5 e lunedì 6 maggio con una ricca selezione di artigiani del gusto, che proporranno degustazioni, prodotti da acquistare e laboratori. "Abbiamo deciso di creare un evento nell'evento per garantire al visitatore un'immersione nell'eccellenza, nella qualità e nella ricercatezza a tutto tondo - spiega Alessandra Guidi, titolare di Event Service Tuscany e ideatrice di Artisans of Taste -. In questo modo le persone potranno continuare ad assaggiare le anteprime e le annate migliori delle tante etichette presenti, oltre 800 per un totale di più di 100 viticoltori, e, allo stesso tempo, allietare il palato con prodotti unici, da mangiare sul posto o da acquistare e portare a casa. Un connubio tra cibo e vino che quest'anno troverà piena affermazione nella due-giorni del Real Collegio". L'evento è realizzato sotto la direzione di Carlo Banducci, Il Cuore, che da anni lavora per introdurre nelle tavole lucchesi l'eccellenza gastronomica italiana e se ne fa ambasciatore con i turisti che visitano la città.

Il programma

 Accanto alle masterclass dedicate al vino, sarà possibile degustare alcuni prodotti tipici per degli abbinamenti raffinatissimi e accuratamente studiati. Si comincia sabato 4 maggio con la degustazione dell'aceto Gambigliani (in replica anche domenica 5). Sempre sabato ci sarà una verticale interamente dedicata a uno dei formaggi italiani più famosi nel mondo: il parmigiano. Assaggi di 5 diverse stagionature in abbinamento a vini della costa toscana, a cura del caseificio Malandrone 1477 di Pavullo nel Frignano (in replica anche domenica). Sabato 4 è ancora il formaggio a essere protagonista con un workshop dal titolo "Ascolta il formaggio", a cura del caseificio Marovelli direttamente dal parco dell'Orecchiella (in replica anche domenica alle 18). Chiude il pomeriggio la verticale dedicata al prosciutto crudo con assaggio di diverse stagionature in abbinamento con i vini della costa toscana (in replica anche domenica alle 12). Domenica 5 maggio in sala 1 alle 16.30 spazio alla cioccolata con il workshop dal titolo "Il cioccolato, tra mito e piacere. Storia e degustazione di Noalya Cioccolato Coltivato" a cura di Alessio Tessieri. Non solo vino, non solo cibo anche sigari e distillati con un'introduzione al mondo della miscelazione curata da Mauro Picchi ogni pomeriggio dalle 17.30.

I protagonisti

 Un'immersione nell'eccellenza italiana, è questo l'identikit delle tante aziende che hanno deciso di aderire ad Artisans of Taste: da Lucca con Birrificio Birroir, Garfagnana Trote, Quisibeve, i Fortini, Il Podere del Moro, Marovelli; da Pisa con Agricola Arcenni, Azienda Agricola La Ghiraia, Noalya, Tartufi Nacci, Il Carretto; da Livorno con Helice; da Modena con Azienda agricola Mario Gambigiani Zoccoli, Malandrone 1477; da Parma con Bedogni Egidio; da Piacenza con Capriss; da Siena con il Poggio Convivium; da Ancona con Rinci; da Cuneo con Terraviva; da Siracusa con PachinEat; da Udine con Nonino Distillatori; da Bari con Agricola del Sole; da Treviso con Nonno Andrea. E poi ancora saranno presenti l'Organizzazione nazionale assaggiatori formaggi e l'Organizzazione nazionale assaggiatori salumi.

Redazione Nove da Firenze