Affitti: canoni in aumento (1,7%), domanda e offerta in calo

Nel 2015 le compravendite residenziali in aumento


Se l’anno appena trascorso è stato contraddistinto da numeri positivi per il mercato delle compravendite immobiliari, cosa è successo nel mondo degli affitti? L’Ufficio Studi di Immobiliare.it ha monitorato la domanda, l’offerta e i prezzi degli immobili residenziali in locazione a febbraio 2016, confrontandoli con la situazione di un anno prima e scoprendo che i canoni di locazione sono tornati a crescere (+1,7%), mentre sono calati domanda (-1,8%) ed offerta (-2,2%). Molti immobili, che prima pur di mettere a reddito si sceglieva di affittare, oggi hanno più opportunità di essere venduti che negli anni passati; di conseguenza, l’offerta di immobili in locazione diminuisce: rispetto a febbraio 2015 gli immobili residenziali disponibili per affitto sono calati del 2,2%. Un calo, questo, che si aggiunge a quello anche più forte registrato nella precedente rilevazione (-7%).Anche la domanda di immobili in affitto è fortemente influenzata dalla ripresa delle compravendite immobiliari: l’analisi di Immobiliare.it rivela che, rispetto a febbraio 2015, le richieste di immobili in affitto sono calate dell’1,8%Firenze occupa il podio con prezzi mediamente a 550 euro per un monolocale e tra 900 e 1.040 euro per un trilocale.  

L’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa, sulla base dei dati forniti dall’Agenzia delle Entrate, ha analizzato l’andamento delle compravendite nelle grandi città italiane nel 2015. Il ribasso dei prezzi, la maggiore disponibilità delle banche ad erogare e tassi particolarmente vantaggiosi hanno rimesso in moto il mercato immobiliare. A livello toscano le compravendite residenziali nel 2015 sono in aumento del +8,9% rispetto al 2014.

Redazione Nove da Firenze