VicoInSamba: Vico d'Elsa capitale italiana della danza e musica brasiliana

In Piazze e vie del paese, sabato 29 agosto 2009 seminari, concerti e mercatini


BRASILE — Vico d’Elsa (Barberino Val D’Elsa - Firenze) sabato 29 agosto 2009 diventa la piccola capitale italiana della samba ospitando “VicoInSamba”, ovvero una immersione totale nei ritmi e nelle note della musica brasiliana con seminari, concerti e mercatini che si snoderanno in ogni angolo del paese. Il tutto rigorosamente gratuito ed a cura del Comune di Barberino Val d’Elsa per la direzione artistica e organizzazione di Francesca Formiga e Manuela Wolff. La manifestazione nasce dalla voglia di divertirsi e stare insieme, lasciandosi travolgere dal fiume di calore, ritmi e suggestioni che provengono dalla samba, la più popolare delle tradizioni musicali brasiliane che torna protagonista in uno dei luoghi più suggestivi del Chianti fiorentino. Sarà una giornata densa di avvenimenti e iniziative accomunate da un unico filo conduttore: dare spazio a quel modo di vivere la musica, il movimento che invade l’esterno e la piazza in un modo nuovo e aggregante, tipico del Brasile.
Tutti i seminari e i concerti sono gratuiti. Ci sarà un mercatino di arte, artigianato e curiosità dislocato nelle piazze di Vico d’Elsa. In programma anche visite guidate all’Orto Botanico. E’ possibile cenare in vari punti di ristoro distribuiti nel paese.
Il programma di VicoInSamba
Le iniziative partono già venerdì 28 agosto al campo sportivo con le lezioni di percussioni per i ragazzi del paese con il maestro Francesco Petreni. Orario, 11.00-13.00 e 18.00–20.00, il 29 agosto solo dalle 11.00 alle 13.00.
Le lezioni proseguono il 29 agosto presso i giardini pubblici (17.00 - 18.30) con la lezione di danza brasiliana del maestro Elvio Assunçao, con musica dal vivo del gruppo Sambaradan. Dalle 18.30 alle 20.00 lezione di capoeira con l’associazione Zumbì di Firenze e il maestro Cabeça.
Alle 21,00 nelle piazze del paese partono i concerti. Il primo è quello di Bandidas (percussioni femminili). Alle 21.30 tocca a Capoeira Zumbì di Firenze. Alle 22.00 ecco i concerti itineranti dei gruppi di percussioni brasiliane Bandao (Poggibonsi), Batebalengo (La Spezia) e Sambaradan (Bologna) con danza e percussioni. Direzione artistica e organizzazione di Francesca Formiga e Manuela Wolff in collaborazione con Comune di Barberino Val d’Elsa, Associazione Mondi Aperti, Circolo Arci Bird, Circolo Mcl, Comitato di Frazione, Associazione Culturale Il Giardino sotto Vico, Associazione Culturale Liberamente, Misericordia di Vico d’Elsa e Gruppo Sportivo di Vico d’Elsa. Informazioni: Ufficio Cultura Comune di Barberino Val D’Elsa 055 8052231.
Informazioni per i seminari 340 0766701.
I gruppi partecipanti
”Bandidas” è un progetto musicale tutto al femminile che nasce all’interno dell’orchestra di percussioni Bandão di Poggibonsi. È un gruppo caratterizzato dalla presenza di sole percussioni brasiliane: surdo, caixa,repinique, tamborim, ganza, agogo, timbales. Le coreografie si uniscono al coinvolgente ritmo bahiano e alla simpatia di 15 percussioniste scatenate.
Il gruppo di Capoeira Zumbì fondato a Palermo da Mestre Zoi nel 1990 è uno dei più grandi d’Italia contando solo a Palermo circa 250 capoeristi ai quali si aggiungono quelli delle sedi di Catania, Agrigento, Modica, Firenze, Milano e Jesi. Il gruppo Capoeira Zumbì Firenze è nato recentemente consolidandosi nel 2002 attraverso gli insegnamenti del Contra Mestre Cabeça.
Bandao è un’orchestra di percussionisti composto da 30 - 50 elementi, che dal 1995 si propone in concerti e performances di piazza, a ritmo di samba e percussioni afro brasiliane. Sin dalla fondazione il maestro è Francesco Petreni. Il repertorio varia da ritmi popolari brasiliani, tradizionali e moderni (Samba -Batucada, Samba Reggae, Bloco Afro Style, Ijexa, Maracatù) a composizioni originali. Gli strumenti utilizzati sono quelli del carnevale carioca e quelli dei Bloco Afro di Bahia: surdo, caixa, repinique, tamborim, ganza, agogo, timbales.
La Scuola di Samba Batebalengo di La Spezia nasce nel 2002 da un idea e una passione mai sopita degli attuali maestri, Pietro Sinigaglia e Marco Guidi. L’occasione è un seminario tenuto da Francesco Petreni, noto jazzista, su ritmi e figure base e strumenti della samba e del sambareggae (rispettivamente carioca da Rio e afro da Bahia).
jemaja 2006 - La Spezia -

Il gruppo Sambaradàn di Bologna unisce ballerini e musicisti di diversa formazione, accomunati dal desiderio di ricerca e dalla passione per la cultura afro-brasiliana. Nato nel 2004, il gruppo trae la sua ispirazione dalle parate del Carnevale di Rio per i colori, la vivacità e l’energia, ma si sviluppa nell’incontro di diverse realtà culturali per arrivare ad una proposta artistica che comprende spettacoli itineranti, performance, corsi e stage, finalizzati allo scambio continuo con il pubblico. Sambaradàn propone una danza che intreccia elementi di diverse tradizioni e culture: samba in un mix di afro, latino e contemporaneo. Nel suo nome il ritmo dei balli, delle percussioni e dell’intreccio tra Bologna e il Brasile in una “confusione ordinata” creativa e carnevalesca.

Redazione Nove da Firenze