Montepulciano: Luciano Violante interpreta una sua poesia

Lunedì 27 luglio, ore 21.30, l’ex Presidente della Camera recita una poesia scritta di suo pugno, la “Cantata per i bambini morti di mafia”, accompagnato dalle musiche di Cifariello Ciardi


IMPEGNO CIVILE — MONTEPULCIANO– Una giornata di musica ed impegno civile a Montepulciano. L’ex Presidente della Camera Luciano Violante - tornato in questi giorni sulle prime pagine per la sue memorie antimafia - sarà ospite lunedì 27 luglio, alle ore 21.30, del 34° Cantiere Internazionale d’Arte, presso la Sala Gattavecchi. Per l’occasione Violante reciterà una poesia scritta di suo pugno, ovvero “Cantata per i bambini morti di mafia”. L’autorevole voce recitante sarà accompagnata dalla musica del brillante compositore Cifariello Ciardi, eseguita in questo caso dall’Ensemble Algoritmo, una delle più apprezzate formazioni italiane.
In virtù del suo noto lavoro svolto per anni a capo della Commissione Antimafia, Violante ha maturato una sensibilità sull’argomento che lo ha portato a comporre un testo di rara intensità. E proprio a quel testo si è ispirato Cifariello Ciardi per scrivere un suo brano musicale. È così che il Cantiere Internazionale d’Arte, fondato da sempre sull’interazione tra diversi linguaggi e su proposte quanto mai innovative, riesce a mettere insieme musica e parole, con un cast di assoluto prestigio per un momento culturale che si annuncia davvero toccante.
Il concerto dell’Ensemble Algoritmo, diretto dal maestro Marco Angius, prevede anche l’esecuzione di altri 4 brani contemporanei: si parte dalla “Kammaersonate” di Hans Werner Henze per arrivare alle più recenti composizioni di Francesco Antonioni, Daniele del Lungo e Luca Lombardi. In una giornata ricca di appuntamenti musicali di lunedì 27, i concerti si aprono alle 17.00, al Teatrino di San Biagio, con un recital di oboe e fagotto, un viaggio nella storia recente degli strumenti ad ancia doppia. I solisti del Royal Northern College of Music di Manchester eseguono brani di Villa Lobos, Poulenc, Dutilleux. Alle 18.30 il Salone di Palazzo Ricci accoglie invece i due artisti “in residence” del Cantiere: il violino dello svedese Tobias Ringborg e il pianoforte del tedesco Markus Bellheim tornano insieme per un recital di violino e pianoforte. I virtuosi esecutori si confrontano con un programma che si articola tra Chopin e Ysaye, Liszt e Beethoven. E il Cantiere diffonde i proprio spettacoli anche sul territorio, portando a Cetona un concerto di Fiati: alla Chiesa di San Michele Arcangelo, ore 21.30, i solisti dell’orchestra di Manchester suonano pagine di Rotare, Villa-Lobos, Mozart, Ligeti, Stravinsky, Mendelssohn.

Redazione Nove da Firenze