Galaxia Medicea a Seravezza


Un festival omaggio a Pietro Grossi, pioniere italiano dell’arte e musica elettronica scomparso a Firenze nel 2002. E’ questo il filo conduttore della prima edizione di “Galaxia Medicea”, una rassegna che prevede installazioni audiovisive, musica elettronica e arte digitale che si svolgerà da venerdì 12 a domenica 14 giugno nel Palazzo Mediceo di Seravezza (Lucca) organizzata dall’associazione “Officina TodoModo” insieme all’Associazione Pietro Grossi e il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Seravezza. Tra gli eventi più importanti sabato 13 giugno alle 18 è prevista l’inaugurazione di una mostra omaggio al maestro Pietro Grossi, curata da Enrico Mattei, uno dei grandi pionieri italiani della musica elettronica e “computer music”, fondatore dello Studio di Fonologia di Firenze. Grossi è stato un artista che ha precorso i tempi anticipando le teorie e le tecnologie utilizzate per creare e diffondere la musica e che è stato rivalutato dalla critica contemporanea. Nella mostra sono raccolti materiali musicali, documenti e opere d’arte digitali di “Home_art”, lo stile inventato da Grossi che realizzava elaborazione grafiche usando programmi software dei personal computer. Inoltre verrà presentata un’ anteprima del documentario su Pietro Grossi realizzata da Stefano Leone, Maurizio Bottazzi e Mario Tesconi di www.officinatodomodo.org. Insieme alla mostra il festival ospita per tre giorni installazioni audiovisive, dj/vj e live set, rassegne video, workshop e showcase con operatori del settore, artisti, gruppi musicali, responsabili di etichette e progetti di produzione e poi per tutta la durata della manifestazione sarà installato un pannello sonoro alla Cappella Medicea. Partecipano nomi della musica elettronica e dell’arte digitale come Leonello Tarabella, Sembro, Massimo Magrini, Vip Cancro, Bajkal, Marco Ligabue, Lara Vecoli, Daniele Lombardi, Albert Mayr. Gli artisti si esibiranno nell’arte di manipolare e diffondere suoni ed immagini dal vivo, grazie a software che fanno dialogare ed interagire performance visive e musicali in continua interazione che contribuiranno ad originare uno spettacolo dinamico e dal forte coinvolgimento con gli spettatori. Gli spettacoli sono ad ingresso libero escluso la serata di venerdì con ingresso a 5 euro, e iniziano tutti i giorni a partire dalle 21 mentre la mostra su Pietro Grossi sarà aperta sabato dalle 18 alle 22 e domenica dalle 11 alle 22.

Redazione Nove da Firenze