Imprese Storiche Toscane: entrano Luigi Salvadori e Grevi Mode


Testimone dell’eccellenza imprenditoriale della Regione – dall’anno 1100 fino ai nostri giorni - la UIST Unione Imprese Storiche Toscane accoglie altri due marchi ultracentenari di prestigio nella propria associazione. Si tratta della Luigi Salvatori e della Grevi Mode, due imprese che hanno i propri centri produttivi nell’ hinterland fiorentino, rispettivamente a Scandicci e Signa. Con l’ingresso di queste imprese diventano 23 gli associati alla UIST, distribuiti nelle province di Firenze (19), Siena (3), Livorno (1).
La Luigi Salvadori Spa, fondata nel 1907,è azienda leader a livello italiano ed europeo nella produzione di materiale di medicazione e bende gessate. Divenuta società per azioni nel 1935, ha ottenuto dallo Stato la dichiarazione di “Stabilimento ausiliario" e oggi ha la sua sede su un terreno di 25.000 mq a Scandicci (ma il vero centro produttivo è in Bulgaria), con una clientela costituita principalmente da aziende ospedaliere, Asl, case di cura, grande distribuzione, grossisti e farmacie.
La Grevi Mode Sas, dal 1875 e da quattro generazioni, è sinonimo di eccellenza manifatturiera nel settore della paglia e del cappello. Dal periodo delle ‘trecciaiole’ fino al cappello di modisteria, per arrivare al cappello di agnello toscano lanciato sul mercato negli anni ’60, i prodotti Grevi sono frutto di una qualità manifatturiera basata su antiche tecniche di lavorazione e su manodopera altamente specializzata. Tra i clienti della griffe di Signa, personaggi famosi quali Carolina di Monaco e Charlotte Casiraghi, Brad Pitt e Chiara Muti, mentre è la bellissima Julia Roberts a provare i cappelli Grevi in una scena del celebre film Pretty Woman.

Redazione Nove da Firenze