PratoFestival Natale 2008: 5 dicembre 2008 al 6 gennaio 2009


Musica sia classica che contemporanea con artisti italiani e internazionali, divertimento con irriverenti protagonisti della satira, atmosfere seducenti con il ritmo del tango, ma anche sonorità sacre: PratoFestival Natale 2008, la rassegna organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Prato con il contributo di Asm Spa, come recita il tradizionale slogan, dal 5 dicembre al 6 gennaio anche quest’anno più che mai con la “Cultura accende la città”. Accontenta un pubblico variegato e esigente, che cerca soprattutto la qualità, il programma del cartellone artistico ideato dall’assessorato alla Cultura per l’edizione 2008 di PratoFestival Natale. E non potevano che essere vari e prestigiosi anche i luoghi deputati ad ospitare spettacoli e concerti. La rassegna infatti si tiene sia in affascinanti location, come il Teatro Metastasio, il Teatro Politeama, il Teatro Magnolfi Nuovo, la scuola comunale Giuseppe Verdi, che in suggestive sedi che evocano intensa sacralità come la Cattedrale di Santo Stefano o la Chiesa di San Francesco. L’irriverente comico Paolo Rossi sarà protagonista sabato 6 dicembre al Teatro Metastasio con “Sulla strada ancora”, un nuovo spettacolo ricco di affabulazioni, monologhi, poesie, barzellette e vita vissuta, che mescola, come è nel suo stile, la realtà con l’immaginazione. Lunedì 8 altro grande appuntamento di PratoFestival Natale 2008: al teatro Politeama, arriva “Solo show” il tour di Vinicio Capossela, L’istrionico artista presenta il nuovo spettacolo, ispirato nella scenografia e nell’immaginario, al “side show”, una sorta di “circo delle stranezze”, una dimensione che attinge al Circo Barnum di fine ottocento, all’epoca del Far West.
Poi PratoFestival Natale 2008 dal 12 al 14 dicembre si immerge per tre giorni in atmosfere latine con “Note di Tango – International Music Festival”. Il primo festival italiano dedicato ai suoni del tango ed ai più importanti musicisti internazionali rappresentanti del “Tango nuevo”, inaugura venerdì al Teatro Politeama, con la serata dal titolo “Tango ed Eros - La grande notte del tango”. Si inizia con Anna Maria Castelli, fra le prime voci tango al mondo ed unica europea che canta tango anche in Argentina per proseguire con Hyperion Ensemble, che negli ultimi dieci anni ha partecipato ai maggiori festival internazionali e alle stagioni dei maggiori teatri del mondo. Sabato nel pomeriggio alla Scuola Musicale G.Verdi, da non perdere la Lectio Magistralis di Meri Lao, “madrina” del festival e grande scrittrice di tango. Alla sera invece al Teatro Politeama “Tango Querido”, a cura de La Compagnia Todotango, un viaggio di musica e danza nei luoghi dove il tango viene vissuto, inventato, respirato, oltre che inteso come spettacolo. Domenica sera infine è la volta di “Tango mi pasion”, profonde emozioni regalate dal bandoneonista argentino Daniel Binelli, considerato l’erede di Astor Piazzola, in coppia con il chitarrista Eduardo Isaac. PratoFestival Natale 2008 continua poi con un grande ritorno: martedì 16 dicembre nuova esibizione a Prato di Paul Badura-Skoda, uno dei più grandi pianisti del nostro tempo, interprete leggendario del repertorio classico e romantico, che sarà al Teatro Politeama. Le sue incisioni del ciclo completo delle sonate per pianoforte di Mozart, Beethoven e Schubert, per la profondità e la rara sensibilità interpretativa, sono considerate tra le più importanti testimonianze del concertismo internazionale.
Il giorno dopo, mercoledì 17, sempre al Teatro Politeama, è la volta invece di “Decameron - Il monologo”, versione teatrale del varietà satirico tv di Daniele Luttazzi. Il celebre comico con la varietà lussureggiante dell'arte di Boccaccio fondata su una cultura laica, libera da pregiudizi, getta lo scompiglio nell'ordine che abbiamo eretto a nostra difesa e si prende gioco della nostra sicurezza. Roberto Cacciapaglia, un grande compositore e pianista milanese, personaggio di riferimento, in Italia e all’estero, per la ricerca musicale tra classicità e sperimentazione elettronica, nella direzione di una musica senza confini, al di là delle divisioni, sarà protagonista invece giovedì 18 sul palco del Teatro Magnolfi Nuovo. Concerto di particolare fascino dedicato alle “Musiche al tempo di Lorenzo il Magnifico”, lunedì 22 dicembre nella Cattedrale di Santo Stefano: L’ Homme Armè si esibirà nelle migliori musiche liturgiche tra quelle che hanno reso la Firenze di fine Quattrocento uno dei centri musicali più importanti d’Europa.
Improvvisazione tipica del jazz inserita in un contesto di antiche melodie, storie raccontate a “fil di canto” con brani originali, classici riadattati, songs e pezzi provenienti dal pop d’autore, con qualche perla della tradizione popolare europea e sudamericana sono gli ingredienti del concerto del quartetto Jazzartetto venerdì 26 dicembre al Teatro Magnolfi Nuovo. Lunedì 29 al Teatro Magnolfi Nuovo poi Francesca Breschi & Ongakuan in “Anghelos”, spettacolo incentrato sulla voce, in cui vengono utilizzati diversi linguaggi con un criterio di “tecnica mista”, dalla voce recitata alla forma “canzone”, dal canto su sovraincisioni di madrigali seicenteschi all’improvvisazione per voce e live electronics.
Immancabile appuntamento con il gospel nel pomeriggio di giovedì 1 gennaio al Teatro Metastasio: ad esibirsi The Anthony Morgan Inspirational Choir of Harem, un apprezzato gruppo newyorkese di 18 elementi dal sound versatile, che spazia dal Gospel, Jazz, Pop, al R&B, che esprime attraverso il dono della voce e della musica. Gran finale di PratoFestival Natale 2008 il 6 gennaio nella Chiesa di San Francesco: Giovanni Lindo Ferretti in “Bella gente d’Appennino”, una riflessione su natura, tradizioni e spiritualità. Uno spettacolo intenso dove le parole, cariche di storia lunga secoli, sono recitate, salmodiate e a volte cantate. All’interno della kermesse previsti anche tre importanti eventi di ContempoPratoFestival: venerdì 5 dicembre al Teatro Magnolfi Nuovo concerto dei Fiati Italiani Trio; giovedì 11 dicembre ai cantieri Culturali di Officina Giovani al flauto Massimo Mercelli e alla chitarra Giampaolo Bandini con musiche di Rossini, Giuliani, Piazzola, Shankar; martedì 23 dicembre Giorgio Gaslini incontra il pubblico “Recital song book 16 canzoni su testi dell’autore”.

Redazione Nove da Firenze