EuropaCinema 2008


E’ da 25 anni che non si vedeva, in Italia, una così forte concentrazione di grandi registi tedeschi: molti dei più prestigiosi autori che hanno dominato la scena del cinema germanico dagli anni Sessanta/Settanta ad oggi si ritroveranno infatti a Viareggio in occasione del festival EuropaCinema che nel 2008 festeggia i suoi primi 25 anni di vita e di attività e che già nel 1985 aveva dedicato alla Germania un importante evento intitolato alla “resistenza” del cinema tedesco di fronte all’offensiva di quello americano e alla frantumazione della straordinaria esperienza della FilmVerlag der Autoren. Dopo il grande successo fatto registrare dal cinema spagnolo a EuropaCinema 2007, nel 2008 sarà proprio la Germania la protagonista assoluta del festival con i suoi film e con i suoi autori “storici” e quelli di più recente e recentissima formazione, ospiti a Viareggio da martedì 15 a sabato 19 aprile. Si riconferma così una tradizione che ha sempre visto il cinema tedesco – da qualche anno in nettissima ripresa - in prima linea nei programmi della manifestazione ideata e diretta da Felice Laudadio (che lo scorso anno ha donato il marchio al Comune di Viareggio che dunque è ora il promotore diretto di EuropaCinema) con la collaborazione di Federico Fellini che ne disegnò il logo e il primo manifesto. Manifesto firmato quest’anno da Ettore Scola.
Il festival EuropaCinema è promosso e finanziato dalla Regione Toscana, Toscana Film Commission e Comune di Viareggio, ed è sostenuto da: Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Direzione generale Cinema), Provincia di Lucca, Banca Cassa di Risparmio di Firenze, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca con la collaborazione di German Films, Ambasciata di Germania in Italia e Goethe-Institut di Roma. Anche quest’anno main sponsor del festival è Lancia che, fra l’altro, metterà a disposizione dei cineasti presenti una flotta di vetture della celebre casa automobilistica da sempre legata al mondo del cinema. Altri sponsor, come in passato, saranno le Distillerie Bottega che assegneranno il Premio Alexander al regista Volker Schlöndorff e la Plexidea di Viareggio.
Il cinema tedesco storico
Il festival ospiterà una retrospettiva di 16 film diretti dagli autori protagonisti del Nuovo Cinema Tedesco nato successivamente al celebre Manifesto di Oberhausen del 1962 che contribuì alla “rifondazione” della cinematografia germanica. Hanno già dato conferma della loro presenza a Viareggio: i registi Michael Fengler, Peter Fleischmann, Reinhard Hauff, Peter Lilienthal, Edgar Reitz, Volker Schlöndorff, Rudolf Thome, Margarethe von Trotta, i produttori Ulrich Felsberg e Dieter Geissler, gli attori Mario Adorf e Ingrid Caven. Questi i film della sezione retrospettiva, anche di anni recenti, che verranno proiettati al cinema Eden, ad ingresso gratuito, alla presenza dei loro autori: Scene di caccia in Bassa Baviera di Fleischmann; Il coltello in testa di Hauff; Das Autogramm (L’autografo) di Lilienthal; Heimat - Fragmente di Reitz; Il tamburo di latta di Schlöndorff; Der Philosoph di Thome; Das Versprechen (La promessa) e Rosa Luxemburg di von Trotta; il film collettivo Germania in autunno, diretto fra gli altri da Kluge, Reitz e Schlöndorff; il film-documento Die Nacht der Regisseure di Reitz con le testimonianze di molti degli autori sopra citati, la cui edizione italiana è stata curata da Carlo di Carlo, curatore anche di tutto Heimat di Reitz, presentato in versione integrale nel 2004 a EuropaCinema (che dal 1984 al 2006 ha ospitato circa 90 film tedeschi).
Sono inoltre in programma: Nel Regno di Napoli di Werner Schröter, introdotto dall’interprete Ida Di Benedetto; Lisbon Story di Wim Wenders introdotto dal produttore Ulrich Felsberg; Satansbraten (Nessuna festa per la morte del cane di Satana) di Rainer W. Fassbinder, introdotto dall’interprete Ingrid Caven; Aguirre, furore di Dio di Werner Herzog, introdotto dal produttore Peter Berling; Germania pallida madre di Helma Sanders-Brahms; Artisti sotto la tenda del circo: perplessi di Kluge e infine Hitler – ein film aus Deutschland di Syberberg (opera della durata di oltre 7 ore che verrà presentato al Centro Congressi nel pomeriggio di sabato 19 aprile e alla Casa del Cinema di Roma il 25 aprile in occasione della Festa della Liberazione).
Agli “storici” autori e cineasti tedeschi presenti a Viareggio verrà consegnato il Fellini 8½ Award for Cinematic Excellence.

Redazione Nove da Firenze