Sabato e domenica va di scena ''Appennino Reale''


“Appennino Reale è la risposta ad una nuova e più moderna domanda di fruizione del territorio e delle aree protette, che si va diffondendo sempre più nella nostra società – dice Fausto Giovanelli, presidente del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano - promuove un modello di sviluppo turistico più rispettoso dell’ambiente attraverso la diffusione di pratiche sportive non invasive come lo come lo sci nordico, lo sci escursionistico, lo sci alpinismo, lo sleddog, l’orienteering, la mountain bike, il nordik walking. Collocato tra le stazioni sciistiche del Cimone e del Cusna, Appennino Reale insiste su un’area geograficamente marginale, ma di grande ricchezza naturalistica e paesaggistica che il Parco nazionale, insieme a quello regionale del Frignano e alle amministrazioni comunali intende valorizzare e qualificare”.
Tra Cusna e Cimone, a cavallo tra le province di Modena, Reggio Emilia e Lucca, lungo i percorsi innevati dell’Abetina Reale. Torna il prossimo fine settimana 29-30 marzo, “Appennino Reale”, escursione organizzata dal Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano in collaborazione con il Parco Regionale del Frignano, la Comunità montana della Garfagnana, i Comuni di Frassinoro (Modena) e Villa Minozzo (Reggio Emilia), e il Gal Antico Frignano e Appennino Reggiano. La seconda edizione di Appennino Reale avrà come ospite d’eccezione Silvio Mondinelli, uno dei pochi alpinisti al mondo ad aver scalato tutti i quattordici ottomila del pianeta senza l’ausilio dell’ossigeno. Nella serata inaugurale della manifestazione, in programma sabato 29 marzo al Cinema Teatro di Villa Minozzo (ore 21), lo scalatore di origini bresciane, dal ’78 residente ad Alagna Valsesia, terrà una conferenza dal titolo “Ottomila e altro” in cui racconterà con l’ausilio di immagini e filmati, le sue straordinarie imprese alpinistiche realizzate sulle montagne di tutto il mondo ed il suo impegno a favore dei bambini e delle popolazioni nepalesi. Silvio Mondinelli partecipa ad Appennino Reale 2008 in qualità di testimonial Ferrino, partner d’eccezione del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, azienda leader nel settore del turismo all’aria aperta e del campeggio, da sempre impegnata nella promozione del turismo responsabile.
La manifestazione proseguirà poi nella giornata di domenica 30 marzo durante la quale, gruppi di sci-escursionisti, fondisti ed escursionisti con le ciaspole, accompagnati da guide escursionistiche e da maestri di sci di fondo, parteciperanno alla grande escursione lungo il percorso che tra il Passo delle Forbici e il rifugio Segheria dell’Abetina Reale, sfrutta le strade forestali, solitamente chiuse durante l’inverno. La partenza di questa affascinante transappenninica sulla neve (partecipazione gratuita), è fissata alle ore 9. I punti di ritrovo sono la piazza centrale di Civago (Reggio Emilia) il Centro Fondo Boscoreale di Piandelagotti (Modena), il Centro Neve e Natura a Pianvallese di Febbio (Reggio Emilia), l’albergo “Il Casone” a Casone di Profecchia (Lucca). I partecipanti raggiungeranno dai tre versanti il rifugio Abetina Reale dove a mezzogiorno sarà offerto un buffet a base di prodotti tipici. Per il rientro ai punti di partenza sarà in funzione un servizio navetta (solo su prenotazione).
Possibilità di noleggio su prenotazione di sci da fondo e ciaspole alle partenze guidate. Per la percorribilità dei tracciati e la situazione della neve contattare i numeri: Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano 0522.890001, e-mail: progetti@parcoappennino.it; Parco del Frignano 0536.72134, e-mail: info@parcofrignano.it.

Redazione Nove da Firenze