Meglio i cani, o i bambini in piazza d'Azeglio?


Firenze, 12 Novembre 2007- «Il giardino di piazza d'Azeglio, una delle poche aree disponibili per i bambini del centro storico, è perennemente invaso da cani che spesso e volentieri vengono lasciati dai proprietari liberi di gironzolare senza guinzaglio e museruola». E' quanto denuncia, in una interrogazione urgente, la consigliera di Forza Italia Bianca Maria Giocoli. «Tale situazione - scrive l'esponente del centrodestra - oltre a creare una situazione di disagio dal punto di vista igienico, visto che non tutti i proprietari sono attrezzati per raccogliere le deiezioni degli animali, genera una condizione di insicurezza se non di pericolo per i bambini che non possono, come dovrebbero, giocare tranquilli e indisturbati». «In più occasioni - ha sottolineato Bianca Maria Giocoli - si sono verificate discussioni tra nonni e genitori dei bambini e i proprietari dei cani». La consigliera di Forza Italia vuole sapere «quanti interventi di polizia municipale ci sono stati nella piazza suddetta e quante violazioni allo specifico regolamento comunale sono state elevate per la mancata raccolta delle deiezioni dei cani»; «se è intenzione dell'amministrazione comunale provvedere ad una delimitazione di un'area cani al pari di altri giardini pubblici della città onde eliminare il disagio e il pericolo per i piccoli»; «quali sono gli ostacoli che si frappongono al fine di mettere in atto tale delimitazione all'interno del giardino»; «come intende fronteggiare tale situazione di disagio e pericolo».

Redazione Nove da Firenze