Natale in Toscana: tra beneficienza e divertimento


Come ogni anno il Natale è un momento particolarmente importante per aiutare la Fondazione ANT Italia ONLUS. Molte sono le iniziative in programma per sostenere il servizio di assistenza domiciliare gratuita offerto ai Sofferenti di tumore, che sarà attivo anche durante le festività, 24 ore su 24.
In Toscana e in tutta Italia continua la Campagna delle Stelle della Solidarietà. Nei giorni 8, 9 e 10 dicembre l’iniziativa tocca le sue giornate più intense. Sarà possibile acquistare una stella venerdì 8 dicembre presso il supermercato Coop di Viale Talenti, l’Oviesse di Viale dei Mille e Via Gioberti, l’Esselunga di Via Masaccio e Via Milanesi, il negozio Ganzaroli di Via Lanza, in piazza Vittorio Veneto a Sesto F.no, Piazza Mazzini a Compiobbi, in Piazza Mino e presso la Parrocchia di San Domenico a Fiesole, presso le Parrocchie di S. Andrea a San Donnino, S. Maria a Scandicci, S. Maria al Pignone, S. Maria e Fiore al Lapo, S. Pietro a Ripoli a Bagno a Ripoli. Sabato 9 dicembre i Volontari saranno presenti nelle stesse postazioni con l’aggiunta di Via Ghiberti a Pontassieve, Piazza Togliatti a Scandicci, Parrocchie di SS. Crocifisso a Monticelli e S. Bernardino a Borgunto a Fiesole. Domenica 10 dicembre saranno presenti postazioni in Piazza Vittorio Veneto a Sesto Fiorentino, presso Ganzaroli in Via Lanza e presso le Parrocchie di S. Andrea a San Donnino, S. Domenico a Fiesole, S. Maria a Scandicci, S. Maria al Pignone, S. Maria e Fiore al lapo, S. Pietro a Ripoli, SS. Crocifisso a Ponticelli, S. Bernardino a Borgunto.
Altra iniziativa molto importante è la vendita del libro “Cara mamma” scritto dalla giornalista Titti Giuliani Foti: un viaggio attraverso la memoria, il presente, la cruda realtà della malattia della madre, vissuta e testimoniata. Il ricavato della vendita del volume servirà a sostenere l’ANT.
Infine è possibile aiutare l’ANT anche in occasione dell’acquisto dei regali di Natale. Presso il Punto Verde-Bottega della solidarietà, situato in Piazza Giorgini 26r (tel. 055-4633602), i Volontari della Fondazione offrono oggetti, abbigliamento e molte altre cose, per tutti i gusti e per tutte le tasche. In questo periodo è ancora possibile trovare presso il Punto Verde le rimanenze del Mercatino delle Firme tenutosi a fine novembre alle Giubbe Rosse: abbigliamento e pelletteria, donati dalle migliori aziende di moda dell’area fiorentina e non solo.
I fondi raccolti con le iniziative natalizie a Firenze e in Toscana, serviranno a sostenere i due Hospice Domiciliari Oncologici (HOD-ANT) della regione: due gruppi composti da medici, infermieri e psicologi che seguono gratuitamente i pazienti residenti nelle Province di Firenze, Prato, Pistoia, Pisa e Livorno. Attraverso i suoi 27 HOD-ANT, equipes di medici, infermieri e psicologi, altamente specializzati e pagati dall’ANT, i malati di tumore sono curati gratuitamente, e con amore. La dignità nella sofferenza è quella che l’ANT garantisce, come l’alta qualità dell’assistenza. Ogni giorno sono oltre 2800 i Sofferenti assistiti dai 224, tra medici, infermieri e psicologi dell’ANT, a casa propria, e gratuitamente. L’ANT è una creatura dell’oncologo bolognese Franco Pannuti che la fondò nel 1978; nel 1985 nacque il primo Hospice Oncologico Domiciliare. Da allora sono stati oltre 56.000 i Malati assistiti da questa Fondazione.

«A Natale regala un sacco di ... miglio», ovvero quando si dice un Natale di solidarietà. È questo l’invito di Comune, parrocchia e Misericordia di Tavarnelle Val di Pesa, che insieme hanno lanciato una speciale campagna natalizia per acquistare sacchi di miglio per il Ciad. L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività di cooperazione decentrata che da molti anni la comunità di Tavarnelle ha avviato nel Paese africano. La principale realizzazione è stata la costruzione della «Banca dei Cereali», con l’obiettivo di organizzare una migliore gestione delle produzioni alimentari locali.
Ogni sacco di miglio costa 10 euro e a tutti coloro che acquisteranno 10 o più sacchi di miglio verrà rilasciato un attestato di “socio sostenitore della Banca dei Cereali”.
L’idea può anche essere rivolta anche a parenti e amici, a cui la Misericordia di incaricherà di far pervenire un messaggio nel quale saranno riportati gli auguri del mittente e il significato del regalo
Per informazioni è possibile mettersi in contato con la Misericordia e con il Comune di Tavarnelle.
Finora le attività di cooperazione in Ciad hanno portato alla realizzazione di due magazzini di stoccaggio, uno a Dobà e l’altro a Beboto (per un investimento di 76.600 euro), affiancati da un sostegno tecnico e giuridico. La produzione e la commercializzazione di cereali è infatti soggetta a forte variabilità a causa di piogge irregolari e malattie delle piante. I bisogni immediati costringono i contadini alla vendita prematura del raccolto, e ad indebitarsi per riacquistare successivamente derrate alimentari per sfamarsi. Con la Banca dei Cereali è stato creato un organismo comunitario per gestire lo stoccaggio e la conservazione dei prodotti agricoli. Ogni contadino conferisce alla “Banca” la parte del suo raccolto che non serve per sfamare la famiglia e riceve un anticipo pari al prezzo di mercato (circa 7 euro a quintale). Quando il prezzo di mercato è salito abbastanza (circa 20 euro) l’organismo comunitario decide di vendere il prodotto, distribuendo ai soci il conguaglio in base alla quantità conferita. Più di 2000 agricoltori hanno già aderito al progetto.

A fine settimana piazza della Repubblica di Livorno regalerà un tuffo nella magica atmosfera del Natale alpino: una grande pista di pattinaggio sul ghiaccio , un gigantesco albero stilizzato e un vero mercatino di natale nordico. Intorno non ci saranno montagne innevate, ma la maestosa Fortezza Nuova , le case colorate del Pontino, e la stessa struttura della piazza a copertura del canale mediceo, renderanno ugualmente suggestivo lo scenario.
Per la prima volta a Livorno sarà allestito nella piazza un vero mercatino di Natale, un “Christkindlmarkt” sul genere di quelli tipici del Trentino e dell’Alto Adige. A partire da giovedì 7 dicembre complessivamente 11 espositori, sistemati in chalet di legno, proporranno i loro prodotti locali. Si potranno acquistare decorazioni natalizie per l’albero e per la casa, statuette per il presepe, candele e prelibatezze gastronomiche. Un’occasione per aggiungere sulle nostre tavole , accanto ai tradizionali panettoni e ricciarelli, i sapori nordici degli strudel, krafen e pan di zelten. L’iniziativa è promossa in collaborazione con la Confesercenti.
Proprio accanto al mercatino natalizio, visibile sia dal porto che dalla stazione , sulla piazza sarà allestito un gigantesco albero di luci. Utilizzando il palo del Palio dell’Antenna, alto 20 metri, l’albero stilizzato avrà sulla sommità la bandiera del Palio Marinaro e sulle funi tiranti i colori dei rioni della città. Una tela d’acciaio con oltre 600 metri di tubi intrecciati, con giochi di luce ad intermittenza, renderanno scenografica l’istallazione natalizia.
Per gli appassionati del pattinaggio a cominciare da venerdì 8 dicembre, fino al 4 marzo, completerà la scenografia del villaggio nordico una grande pista di ghiaccio (600mq), tecnologicamente avanzata e già sperimentata con successo alle Olimpiadi invernali di Torino.
Grazie ad un nuovissimo impianto di congelamento la pista può resistere (viste le temperature miti di questi giorni) fino a +25°.
Piazza della Repubblica nel mese di dicembre può essere raggiunta anche con il bus d’acqua che fa servizio lungo i canali medicei. Una fermata del battello è in via degli Avvalorati (lato piazza della Repubblica).
Nelle altre piazze
Si respira aria di festa anche in altre piazze della città: all’Attias e in piazza Guerrazzi, già dal 26 novembre scorso in occasione della Festa della Toscana ,sono stati allestiti punti gioco per bambini. I giochi rimarranno fino al 6 gennaio.
La centralissima piazza Attias è animata da un vero mini luna park con giostre, scivoli, tappeti elastici e playgrounds. In piazza Guerrazzi sfrecciano mini quad in un circuito gonfiabile di sicuro divertimento. Anche la piazza Cavallotti sarà animata da iniziative natalizie: per il 10 dicembre (domenica prossima) e la domenica successiva (17 dicembre) è prevista a una sfilata di musicisti che collegherà con le note le due vicine piazza Cavallotti e piazza Guerrazzi, dove si terranno anche spettacoli di danza a cura delle scuole di ballo livornesi.
A Livorno è Ghiacciomania
Torna quest’anno per le festività natalizie la pista di pattinaggio su ghiaccio per grandi e piccini. Ad accogliere la pista questa volta é piazza della Repubblica ( precedentemente era stata allestita in piazza Attias) che si trasformerà per le vacanze natalizie in un vero e proprio “villaggio montano” con tanto di “lago” ghiacciato su cui piroettare.
La pista sarà funzionante per un periodo decisamente lungo: dall’8 dicembre fino al 4 marzo ; ci sarà tutto il tempo utile quindi per imparare questa disciplina sportiva inusuale per una città di mare come Livorno.
La pista è molto più grande rispetto alla precedente: ha una superficie di 600mq (30X20), si avvale di una tecnologia di ultimissima generazione che permette un risparmio energetico fino al 36% ed ha una tenuta del ghiaccio fino a +25 gradi.
Realizzata in alluminio (una vera rivoluzione nel mondo delle piste di ghiaccio) la nuova pista Ice World – così è denominata- é stata presentata alle Olimpiadi di Torino 2006 permettendo l’allenamento di famosi atleti.
La pista, patrocinata dalla F.I.S.G. (Federazione Italiana Sport su Ghiaccio), è coorganizzata dal Comune di Livorno e dall’associazione Sportiva Dilettantistica Ghiacciomania di Viareggio.
Orari: sarà aperta nei giorni feriali dalle 9.30 alle 21.30 mentre dal venerdì alla domenica (festivi e prefestivi) dalle 9.30 fino a mezzanotte.
Il 31 dicembre (Capodanno) la pista rimarrà aperta fino alle ore 3 del 1 gennaio.
Prezzi: l’ingresso alla pista è gratuito nel senso che si paga soltanto il noleggio dei pattini: € 6,00 ogni ora. Per le scuole, in orario mattutino, è prevista una riduzione/promozione di € 3,00 l'ora.
Chi possiede pattini può usufruire liberamente della pista.

Redazione Nove da Firenze