Calcio, Fiorentina. Toni: "Il dolore ancora c'è, ma contro il Palermo voglio esserci"


Domenica potrebbe essere importante la presenza in campo di Luca Toni. Un giocatore che è in grado di fare la differenza. Per questo c'era curiosità di conoscere quelle che sono le sue condizioni fisiche. "Spero di esserci, cercherò di fare il possibile pur di giocare, perchè la partita è importante per la squadra e particolare per me. A Torino abbiamo fatto bene, il gruppo è ottimo ed abbiamo vinto su un campo particolarmente difficile. Il Palermo è primo in classifica e sta facendo bene, dobbiamo stare attenti. Il problema al piede me lo porto dietro da un po' e giocandoci sopra è peggiorato. Ora sto meglio, ma la pianta è un punto molto particolare. Questo è un mese decisivo e lo stiamo affrontando alla grande. C'è entusiasmo e morale, ma la classifica per ora è ancora negativa. Oggi parlerò con i medici, la situazione la valuteremo di ora in ora. Guidolin mi voleva cambiare subito con Caracciolo? Con Foschi ho un bel rapporto, per quanto riguarda il mister non so, io con lui mi sono sempre trovato bene facendo 50 gol in due anni. L'Arbitrato? Noi aspettiamo le decisioni, tanto non ci possiamo fare niente. Tra saperlo oggi o lunedì non cambia molto, dobbiamo solo concentrarci sul terreno di gioco. Mi sono allenato tanto nelle settimane scorse, e se sarò in grado di scendere in campo non ci saranno problemi di forma. Palermo da scudetto? Hanno fatto grandi acquisti, la società si è mossa bene ed hanno tenuto i migliori. La loro ottima panchina dimostra la bontà della rosa, quindi possono lottare per ogni traguardo".

Redazione Nove da Firenze