Dal 4 al 10 agosto nel quartiere antico di Livorno


Livorno, 26 luglio 2006 - Effetto Venezia 2006, edizione speciale per il quattrocentenario di Livorno, si aprirà il 4 agosto alle 22.00 con un grande spettacolo dedicato alla storia della città e culminerà il 10 agosto con una maratona musicale con presenze illustri, dai Negramaro agli Studio 3 e con un concerto di pregio dedicato a Piero Ciampi .

Per sette notti, dalle strade alle piazze, dai canali ai chiostri dell’antico quartiere fino al porto, tutto sarà dunque palcoscenico, in un vortice di musica, teatro, immagini, emozioni. Tutti gli spettacoli partiranno a distanza di mezz’ora l’uno dall’altro consentendo quindi al pubblico di assistere a più di uno spettacolo o di saggiarne molti. Primo spettacolo alle ore 21.15 , ultimo spettacolo ore 23.30.

Ma la lunga estate livornese continuerà: le feste si sposteranno infatti il 12 agosto nel Porto Mediceo per “esplodere” il 14 con il Palio dell’Antenna, la più antica manifestazione remiera livornese.

“Effetto Venezia”, manifestazione ormai ventunenne, promossa dal Comune di Livorno, per il secondo anno avrà la regia di Michelangelo Ricci, che curerà anche progetto, regia e coreografia dello spettacolo inaugurale in Piazza della Repubblica . Titolo, “Porto franco”, per una rappresentazione che ripercorrerà attraverso musiche , coreografie e giochi pirotecnici i quattrocento anni della città di Livorno.

Fino al 10 agosto il quartiere Venezia sarà costellato di palchi che ospiteranno diverse discipline artistiche, per tutti i gusti , sensibilità ed età.

Per i più giovani un grande palco concerti sarà allestito in Piazza Logo Pio: le proposte musicali vanno dai Baustelle a Luca Fagella che canta Ciampi, passando per le tammuriate dei Tarumba, le suggestioni mediterranee dei Carneigra, e i racconti visionari di Bobo Rondelli.

Piazza dei Domenicani sarà animata dalla costante presenza del gruppo messicano degli Itzaes, acrobati del fuoco e percussionisti che proporranno ogni sera il loro spettacolo pieno di energia, e della trascinante Fantomatik Orchestra. Gli scali delle Ancore ospiteranno musica, teatro e arte varia.

Attenzione particolare ai bambini: per loro, in piazza Anita Garibaldi verrà ricostruito, come lo scorso anno, il faro alto più di dieci metri, circondato da un labirinto interattivo. Ogni sera animazione. Inoltre verranno messi a disposizione i giardini della stessa piazza dove si snoderà un vero e proprio festival teatrale che ospiterà grandi artisti del calibro di Graziella Cadore, creatrice dell’uccellino Dodò, e la danzatrice attrice Chiara Pistoia.

Sopra il "Palco sull'Acqua" posto dietro la Fortezza Nuova , di fronte agli scali del Teatro, si susseguiranno concerti che andranno dalla musica Kletzmer alla musica irlandese ,alla rivisitazione “dub” di melodie siciliane, alle musiche balcaniche , ai canti partigiani.

A pochi passi dal ponte della Venezia, dove sarà allestita una mostra fotografica sulla chiusura della Delphi sul movimento operaio, il palco in via del Consiglio sarà destinato al teatro d'impegno sociale . Lì Marco di Stefano porterà il suo "Bach e Mozart" una storia di reclusione manicomiale, lì vedrà la luce lo spettacolo promosso dall'Arci Solidarietà di Livorno con i detenuti e le detenute della Casa Circondariale "Le Sughere", e si terrà lo spettacolo "Metamorphosis", una rilettura delle opere di Kafka a cura di Maurizio Formichini con la sua Officina Off.

Chiuderà questa piccola rassegna di teatro di impegno civile il dirompente "Crudo Crudele" di Lamberto Giannini che, dopo il grande successo della “Notte bianca”, verrà riproposto per motivi di spazio visto il grande numero di attori sulla scena, in Fortezza Vecchia .

E sarà sempre la Fortezza Vecchia ad ospitare tutte e sette le sere nella Quadratura dei Pisani artisti come Tanya Khabarova, fondatrice dei Derivo. Fuori orario, e cioè dalle 21.00 fino alle 4 di mattina, la Fortezza Vecchia proporrà “Muv out”, un festival di arte digitale e musica con dj set.

Da segnalare la differenza d’orario tra i palchi : Palco Città dei bambini ore 21.15, palco via del Consiglio ore 21.15 , il teatro di Piazza e di strada primo spettacolo ore 21.45, secondo spettacolo ore 22.45, palco sull’acqua ore 22.00, palco concerti piazza Logo pio ore 22.30 , palco misto scali delle Ancore ore 23.00, palco in Fortezza Nuova ore 23.30, Quadratura dei Pisani dalle 22.00 alle 4.00.

Vastissima la proposta di mostre, fra le quali spicca una esposizione ai Bottini dell’Olio che illustra, con dipinti, incisioni, disegni, l’evoluzione urbana di Livorno, dal Seicento all’Ottocento. Come ogni anno, non mancheranno i mercatini, dell’antiquariato e dell’artigianato, che si snoderanno sugli scali del vescovado, sugli scali del Monte Pio, scali Finocchietti, scali del Corso, scali degli isolotti, scali delle ancore.

Il mondo dell’associazionismo e del volontariato animerà il “Villaggio della solidarietà” sugli scali Rosciano.

Per sette giorni, ancora, giri in battello a cura della coop Amaranta Service.

Tantissime anche le occasioni per gustare piatti labronici: molti ristoranti del quartiere proporranno menù speciali a prezzo concordato, mentre gli esercenti del Mercato centrale proporranno i cartocci di pesce fritto.

E dopo il grande evento musicale del 10 agosto ( e dopo una pausa per motivi organizzativi l’11 agosto ), il divertimento continua. Mercatini, spettacoli, animazione si spostano dal 12 agosto nel Porto Mediceo: ancora 3 giorni di festa che culmineranno il 14 agosto con il Palio dell’Antenna.

Redazione Nove da Firenze