Da lunedi' scatta la zcs 10 all'Isolotto-Legnaia


Lunedì 27 giugno entra in vigore la zcs 10 nella zona Isolotto-Legnaia. L'area interessata è quella compresa tra il fiume Arno, piazza Paolo Uccello (esclusa), l'asse della carreggiata della direttrice via del Sansovino-viale Talenti, via Canova (tratto Talenti-Pio Fedi), via Pio Fedi, via dell'Argingrosso (tratto Pio Fedi-fiume Arno). Entro la fine di luglio entrerà in vigore anche la zcs 12 che si estende nell'area compresa tra la direttrice via del Sansovino-viale Talenti, piazza Paolo Uccello (esclusa), la zcs 6, il confine del centro abitato, via del Filarete, via degli Arcipressi, via Giovanni da Milano, viale Nenni (porzione) e via Foggini. Le nuove regole della sosta sono state introdotte nel quartiere interessato dai cantieri della prima linea tranviaria con un duplice obiettivo: da un lato tutelare la sosta dei residenti e dei clienti dei negozi della zona e dall'altro scoraggiare i pendolari in cerca di posteggio per dirottarli nei parcheggi scambiatori. Come consueto, i posti saranno divisi tra quelli riservati ai residenti (individuati dalle strisce bianche e gratuiti), quelli a sosta promiscua (strisce blu, gratis per i residenti, a pagamento per gli altri), quelli a rotazione veloce (strisce blu, a pagamento per tutti). Ma, proprio per la particolare situazione di emergenza legata ai cantieri della tramvia, i residenti della zcs 10 potranno parcheggiare gratuitamente anche in quelli sempre per i residenti della zcs 12 e viceversa, fino al termine dei lavori. Per le altre categorie (pendolari, operatori economici e via dicendo) saranno in vigore le consuete regole della zcs e, come accade nelle zone a sosta controllate periferiche, nei posti promiscui la sosta costerà 50 centesimi all'ora (o frazione di ora). Ma fino al 31 agosto la sosta della prima ora sarà gratuita. Per i residenti invece parcheggiare nelle aree a sosta promiscua è gratis mentre pagano in quelle a rotazione veloce con le stesse modalità previste per gli altri automobilisti: è 1 euro la prima ora e 2 euro la seconda.

Redazione Nove da Firenze