Via alla stagione artistica della Goldonetta intitolata all' "Esercizio del tempo"
Venerdi' l'inaugurazione con "Il messaggero muto" di Virgilio Sieni


Parte la stagione artistica dei cantieri Goldonetta (Cango) che da fine settembre a dicembre , con laboratori, spettacoli, residenze, work in progress, installazioni, visioni, progetti, presenze internazionali riempirà i locali del teatro dell'Oltrarno in via Santa Maria. Ad aprire le danze il 25 settembre sarà "Il messaggero muto", un'opera ideata da Virgilio Sieni ed ispirata alla confusione dolorosa dei volti dello sculture Alberto Giacometti interpretatati dai danzatori. Non solo un programma con nomi di spicco internazionale, ma anche un programma che è espressione di un arealtà fortemente radicata nel territorio fiorentino. La rassegna di quest'anno presentata questa mattina dall'assessore alla cultura Simone Siliani insieme al direttore artistico della Goldonetta Virgilio Sieni è intitolata "L'esercizio del tempo" e tutti gli spettacoli rifletteranno l'idea di un tempo flessibile ed espanso, dedicato alla narrazione e all'ascolto dei processi di creazione artistica. "La Goldenetta Cango - ha voluto sottolineare l'assessore alla cultura Simone Siliani- è il più importante progetto realizzato dall'assessorato per quanto riguarda la costruzione di spazi dedicati alla produzione culturale contemporanea, caratterizzato dall'incrocio di linguaggi artistici diversi ed essere nel contempo radicato nell'Oltrarno, aprendosi alle esperienze internazionali più di avanguardia" CANGO è un cantiere aperto ad artisti che si misurano con i linguaggi del contemporaneo, la danza innanzitutto, ma anche il teatro, l'arte visiva e la musica, trovano qui una vetrina privilegiata per un dialogo e un confronto del tutto originali. Un territorio delle residenze e delle ospitalità, della ricerca e dello studio, un osservatorio sui processi di produzione artistica dischiuso agli sguardi del pubblico, un luogo in cui si fondono riflessioni ed esperienze, in cui abitano progetti e sperimentazioni che alimentano quotidianamente relazioni e connessioni inedite. Il "cantiere" si inserisce in un preciso tessuto urbano dando vita a uno spazio capace di accogliere e stimolare strategie d'interazione con gallerie, scuole, musei, officine artigiane d'Oltrarno.

•OSPITALITÀ
La SOCÌETAS RAFFAELLO SANZIO presenta in ottobre Ballo individuale in circostanze costrette, concepito ed espresso dalla Stoa di Cesena, una scuola di discussione filosofica e di movimento fisico. Lo spettacolo rappresenta le circostanze della cronologia, dell'alfabeto e della geografia che definiscono chi entra in ballo con la vita. Domenica 17, dopo lo spettacolo, avrà luogo un incontro con Claudia Castellucci, con proiezione del video Onoma. Stoa bambini. JONATHAN BURROWS e MATTEO FARGION presentano Both sitting duet. Il coreografo e il compositore, uno accanto all'altro, seduti su due sedie, interpretano con precisione e in assoluta concentrazione una composizione musicale per il corpo, leggendone le 'note' da uno spartito. Ancora presenze prestigiose: STEVE PAXTON, l'iniziatore della Contact Dance per la prima volta a Firenze, con LISA NELSON, Alessandro Certini, Charlotte Zerbey e Steve Noble, presenta Haecceity, improvvisazione per quintetto, progetto Danze d'inverno '04 a cura di Company Blu. Il 10 dicembre avrà luogo un incontro con Steve Paxton e Lisa Nelson condotto dal critico Donatella Bertozzi.

•RESIDENZE ARTISTICHE
La COMPAGNIA VIRGILIO SIENI DANZA propone un programma di allestimenti, visioni, esercizi e approfondimenti. Verranno presentati Messaggero Muto, un lavoro che indaga il mutismo del danzatore come forma di comunicazione, Cado, produzione 2004 che ha ricevuto il prestigioso invito per rappresentare l'Italia a Lille 2004 capitale europea della cultura. ALDES/ROBERTO CASTELLO, con un progetto di residenza che vedrà una prima tappa di dimostrazione del lavoro all'inizio di ottobre Non ama il nero - work in progress e poi lo spettacolo compiuto a dicembre. E ancora KINKALERI, con un progetto produttivo di residenza, proporranno Pool - work in progress a novembre e lo spettacolo a dicembre.

•RESIDENZE INTERNAZIONALI
CANGO ospita per 2 settimane un laboratorio diretto da Sioned Huws, coreografa gallese che presenterà anche il progetto Passion no patience, un progetto in progress che coniuga danza, suono e nuove tecnologie. In collaborazione con Fondazione Fabbrica Europa.

•INSIDE / ARTI VISIVE
Marco Bagnoli inaugura l'installazione il 20 novembre, inoltre Luca Di Volo, Tancredi e Marco Bagnoli presentano Quincunx 1, una performance tra elaborazioni video e musica. Manuela Menici inaugura il 1 dicembre e Sandra Tomboloni presenta un lavoro interamente in pongo sul tema del teatro. Letizia Renzini propone due installazioni audiovisive in relazione, Boxe e Per Cado, che riflettono su intimità e contesto. Zineb Sedira, artista visiva algerina residente a Londra, condurrà un laboratorio per giovani artisti in collaborazione con NetWorking.

•TRA MUSICA E TEATRO
Incontro musicale, un progetto di Tempo Reale che vede protagonisti Luigi Ceccarelli, Sonia Bergamasco ed Ermanna Montanari.

•SOLI DONNA>SULLA FISICITA'
Solo Empty, il solo interpretato da MARINA GIOVANNINI con la coreografia di Virgilio Sieni, è un Requiem creato all'indomani dell'inizio della guerra in Iraq. FRANCESCA PROIA presenta Buio luce buio, un solo in cui la danza è una vertigine che proviene dall'inconscio e il corpo diventa veicolo di un viaggio attraverso le fantasticherie più intime.

• PERCORSI SULL'INFANZIA
Verrà riallestito lo spettacolo La Casina dei biscotti di Virgilio Sieni, in collaborazione con Cinzia Cascianini. Una casa, costruita interamente con biscotti veri, spazio della sosta per l'apparizione di personaggi fiabeschi (per bambini e adulti in gruppi di 6 alla volta).

•FORMAZIONE
Dolce Lotta. Laboratori sul corpo e la danza, a cura di Virgilio Sieni. Lavoro rivolto principalmente alla dinamica articolare, alla relazione e funzione delle varie parti del corpo col peso e la gravità. Tra drammaturgia e improvvisazione. Lo scopo è quello di creare un gruppo di lavoro assiduo e continuo, vicino e adiacente alle pratiche di lavoro della Compagnia.
Il croato Branco Brezovec conduce un laboratorio teatrale negli spazi di CANGO, in collaborazione con Laboratorio Nove/Teatro della Limonaia.

•OLTRARNO ATELIER: Azioni, visioni e performance nei laboratori artigiani
Linguaggi contemporanei dell'arte e della danza Lo spazio del laboratorio come spazio dell'evento tra pratica artigianale e gesto artistico, dentro e fuori la strada. Una mappa inedita del territorio per una rinnovata percezione del Quartiere attraverso percorsi e passaggi di laboratorio in laboratorio, con momenti specifici di studio e approfondimento verso l'opera dei Maestri che costituiscono gli elementi fondamentali del progetto integrato Fly Oltrarno.

•POESIA E LETTERATURA
In collaborazione con Nodo Sottile saranno ospitati 5 incontri/laboratorio sulla poesia e il rapporto con gli altri ambiti artistici (coreografia, teatro, letteratura). ALBA DONATI presenterà La Dimenticanza, un incontro sul tempo del ricordo e dell'oblio. Leggerà inoltre alcune pagine dal suo ultimo libro "Non in mio nome".

•ALTRE STORIE. Racconti e diari sulla resistenza In collaborazione con Lorenzo Pallini e Controradio verrà organizzato un percorso d'incontri sulla memoria e la resistenza. Storie vere riportate dagli anziani del Quartiere per uno spazio aperto alla memoria e al senso della veglia. Letture, racconti, diari, registrazioni, visioni.(lb)

Redazione Nove da Firenze