A Lucca, per i Masterclass organizzati dalla Scuola “Sinfonia”, oltre 120 strumentisti italiani e stranieri


Concerti e lezioni di alto perfezionamento musicale; oltre 120 studenti di musica provenienti da tutta Italia, dall’Europa e anche dal Giappone; un programma denso di appuntamenti culturali che coinvolgeranno molti spazi storici della città: da Palazzo Ducale a Villa Bottini; dal nuovo teatro S. Girolamo al complesso di S. Micheletto.
E’ questo il ‘biglietto da visita’ del 2° Festival di musica da camera “Città di Lucca”, organizzato dalla scuola “Sinfonia” e promosso da Provincia, Comune e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, che prende il via il 23 agosto (con una settimana di anticipo rispetto alla prima edizione) per concludersi il 10 settembre, con un grande concerto in programma a Palazzo Ducale, che vedrà protagonisti docenti e allievi dei masterclass internazionali di perfezionamento. E se “Sinfonia” si è occupata dell’organizzazione dal punto di vista artistico e musicale, i tre enti sostenitori oltre a contribuire economicamente hanno messo a disposizione per l’evento le loro sedi più prestigiose: Villa Bottini, Palazzo Ducale e S. Micheletto. Ma visto il nutrito numero di studenti che approderanno in città, gli iscritti potranno utilizzare anche gli istituti scolastici “Machiavelli”, “Civitali”, “Giorgi” e l’istituto diocesano “Baralli”.
Insomma, un appuntamento che trasformerà per oltre due settimane Lucca in una grande città della musica, così com’è del resto nella sua vocazione storica e culturale: nell’arco di 19 giorni sono in programma ben 22 concerti, di cui 8 recital che vedranno protagonisti i concertisti-docenti dei masterclass.
Autorevole e di altissimo livello la lista dei docenti che il direttore artistico di “Sinfonia”, il maestro Giorgio Fazzi, è riuscito a coinvolgere in questo progetto culturale che li vedrà, oltre che nella veste di insegnanti, anche in quella di concertisti. I nomi? Da Cristiano Rossi ad Antonello Farulli, da Aquiles Delle Vigne ad Andrea Nannoni, da Mario Ancillotti a Kostantin Bogino e Pier Narciso Masi fino al contrabbassista lucchese Gabriele Ragghianti, al cantante Antonio Juvarra, al violinista Grigory Zhislin, nonché al violoncellista Anatole Liebermann.
Rossi, violinista di fama internazionale, amico di lunga data della “Sinfonia”; Farulli, giovane ma affermatissimo violista docente a Fiesole, a Bologna e al Conservatorio di Sofia in Bulgaria; Andrea Nannoni, riconosciuto come uno dei più grandi violoncellisti italiani; Gabriele Ragghianti, contrabbassista lucchese, protagonista di una folgorante carriera che lo ha portato a suonare in tutto il mondo, in particolare con i Solisti Veneti; Mario Ancillotti flautista ed insegnante ambìto, apprezzato anche per la sua attività di esecutore e direttore di ensemble di musica contemporanea; e poi Aquiles Delle Vigne, pianista argentino allievo di Arrau e Cziffra, docente al Mozarteum di Salisburgo, all’Ecole Normale di Musique di Parigi e al conservatorio di Rotterdam; nonché Pier Narciso Masi, riconosciuto come uno dei maggiori pianisti e docenti di musica da camera in Italia e all’estero. Di grande rilievo anche i curricula dei tre componenti il Trio Tchaikowsky (Zhislin, Liebermann e Bogino), tutti docenti russi di fama internazionale e concertisti affermati che hanno suonato nei maggiori teatri e auditorium del mondo.
Per Lucca, quindi, dopo la felice edizione inaugurale dello scorso anno si tratta di un appuntamento che si integra perfettamente nell’articolato calendario culturale del Settembre Lucchese: un Festival che vedrà concentrarsi nell’arco di poco più di due settimane alcuni dei grandi nomi del concertismo e della didattica a livello internazionale e 120 giovani e promettenti ‘nuove leve’ del panorama musicale, italiano e straniero.
Giovani talenti, ambiziosi musicisti provenienti da ogni parte d’Europa, che avranno l’opportunità di seguire i corsi di grandi maestri concertisti e realizzare con loro alcuni importanti progetti di musica da camera con organici che verranno costituiti per l’occasione.
Da segnalare, inoltre, il corso rivolto ai giovani liutai, tenuto dagli esperti fiorentini Paolo Sorgentone e Michele Mecatti, in programma presso la sede dell’istituto professionale “Civitali”.
Per quanto riguarda l’articolato calendario di concerti previsto dal 2° Festival di musica da camera “Città di Lucca”, l’inaugurazione è prevista venerdì 23 agosto nella sala Ademollo di Palazzo Ducale, dove, alle 21,15, si esibirà Il Trio Tchaikovsky (formato da Grigory Zhislin, Anatole Liebermann e Kostantin Bogino) che eseguirà brani di Rachmaninoff e Tchaikovsy. L’ingresso a tutti i concerti è libero.
“E’ con vivo piacere che saluto la seconda edizione del Festival di Musica da Camera “Città di Lucca” – afferma il vicepresidente della Provincia di Lucca, Antonio Torre - che già nell’edizione del debutto ha riscosso un notevole successo.
Un appuntamento prestigioso, sotto il profilo didattico-culturale, che conferma la vocazione musicale della città e la centralità di Palazzo Ducale come fulcro delle principali manifestazioni organizzate con il contributo degli enti locali. Un palazzo che è tornato ad essere realmente pubblico, frequentato dai lucchesi e dai turisti, e che vedrà la splendida sala Ademollo ospitare concertisti e docenti autorevoli e alcune delle migliori ‘giovane leve’ del panorama musicale non solo italiano, ma internazionale”.

Redazione Nove da Firenze