600 innovatori da 50 paesi in nome di Leonardo

A Firenze la 30^ conferenza ISPIM organizzata in collaborazione con l’Università. Il 16 giugno l’inaugurazione a Palazzo Vecchio. Dal 17 al 19 appuntamento a Villa Vittoria


Quattro giorni di incontri per condividere idee, progetti ed esperienze riguardanti l’innovazione tecnologica e immaginare quali servizi e prodotti potranno affermarsi nella società del futuro. Seicento ricercatori, imprenditori, consulenti e funzionari pubblici, provenienti da cinquanta paesi, si sono dati appuntamento a Firenze dal 16 al 19 giugnoper la 30^ conferenza internazionale International Society for Professional Innovation Management. L’iniziativa, organizzata in collaborazione con l’Università di Firenze e il Comune, è dedicata a Leonardo da Vinci, a cinquecento anni dalla sua scomparsa.

Il saluto inaugurale si terrà nel Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio domenica 16 giugno (Piazza della Signoria, 2 – ore 18) ed entrerà nel vivo nei tre giorni successivi a Villa Vittoria (Viale Filippo Strozzi, 2) e all’Hotel Albani (via Fiume, 12). Lunedì 17 giugno, alle 8.30, presso l’auditorium, porteranno un saluto il prorettore al trasferimento tecnologico e ai rapporti col territorio e col mondo delle imprese di Unifi e presidente della Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione Andrea Arnone el’Assessora all'Urbanistica, ambiente, agricoltura urbana, turismo, fiere e congressi, innovazione tecnologica e sistemi informativi del Comune Firenze Cecilia del Re. A seguire, il rettore dell’Università di Firenze Luigi Dei terrà un intervento su “Leonardo da Vinci – The Innovator”.

Nel pomeriggio è previsto uno spazio dedicato al contributo interdisciplinare dell’Università di Firenze in materia di innovazione (Sala Verde, secondo piano – ore 17.20). Interverranno Leonardo Chiesi e Luca Toschi del Dipartimento di Scienze Sociali, Donatella Merlini e Cecilia Verri del Dipartimento di Statistica, Informatica, Applicazioni, David Caramelli del Dipartimento di Biologia, Marco Bellandi e Mauro Lombardi del Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa, Raffaello D’Alessandro del Dipartimento di Fisica e Astronomia (Sala Verde, secondo piano – ore 17.20).

Durante la conferenza si parlerà di città intelligenti, start up, oltre che di industria e servizi 4.0. Nel programma trova spazio anche la social innovation, l’applicazione cioè delle tecnologie informatiche alla sfera della salute (e-health) e alla gestione della pubblica amministrazione (e-government). Spicca infine l’appuntamento dedicato alla sfida del turismo di massa a Firenze dove esperti e professionisti si confronteranno sull’argomento con suggerimenti, proposte e idee la: “ISPIM WickSprint 2019: A Super Wicked Tourism Challenge” (Sala Giotto presso l'Hotel Albani, ore 13.30).

Redazione Nove da Firenze