Ztl estiva a Firenze: ecco come usarla da aprile ad ottobre

Tutti gli orari ed i settori interessati. Stella (FI): "Provvedimento inutile che penalizza le attività del centro"


La ztl notturna estiva scatta il primo giovedì di aprile per terminare la prima domenica di ottobre. La ZTL notturna nel periodo estivo continua a dividere i fiorentini, tanto che a febbraio 2018 se ne è discusso in Palazzo Vecchio. Ad un question time in materia ha risposto l'assessore alla mobilità Stefano Giorgetti.
Questi gli aspetti positivi segnalati "Rispetto all'anno precedente è stato possibile ipotizzare un incremento del 3-4% di utenti sulla Tramvia attiva fino alle 2 di notte. Per le linee Ataf, che avevano prolungato il servizio fino a mezzanotte e mezzo, i dati sono confortanti. Su alcune linee, come il 22, proveniente da Novoli ci sono stati degli incrementi. Il dato però più interessante riguarda l'utilizzo del car sharing. L'aumento, in questo caso, è stato addirittura del 40%. Per quanto riguarda il passaggio sotto le porte telematiche è stata registrata una diminuzione dei passaggi di autovetture intorno al 30%".

Quando?

Da oggi, giovedì 5 aprile, e fino alla prima domenica di ottobre, entra in vigore la ZTL estiva. Il divieto sarà in vigore le sere del giovedì, venerdì e sabato, dalle 23 alle 3 del giorno successivo.

Dove?

 Sono interessati tutti i settori della ztl diurna, ovvero A, B e O cui si aggiungono i settori G e F (piazza Cavalleggeri-lungarno della Zecca Vecchia-piazza Piave e di quella dell’area di San Niccolò.), validi solo per il provvedimento estivo. In viale Poggi, causa lavori, in direzione via dei Bastioni la porta telematica posta sulla stessa via non può essere attivata: per questo sarà sospesa la ztl in una piccola porzione, da via dei Bastioni verso il viale dei Colli. 

In dettaglio si tratta delle strade del settore F comprese all’interno del seguente perimetro: via dei Bastioni (tratto via Ser Ventura Monachi-viale Poggi escluso), viale Poggi (escluso), viale Galilei (tratto viale Poggi-via San Leonardo, escluso), via San Leonardo (tratto viale Galilei-Schiaparelli inclusa), via Schiaparelli (inclusa), via San Leonardo (tratto via Schiaparelli-Costa San Giorgio inclusa), via di Belvedere (inclusa).

La proposta di estendere il provvedimento all'intero anno e per tutti i giorni della settimana

 "Occorre incrementare i mezzi pubblici - hanno dichiarato a Palazzo Vecchio - ma l'esperimento in quei due giorni di ZTL notturna ha migliorato la situazione dei parcheggi evitando la sosta selvaggia. La ZTL notturna sarà riproposta anche quest'anno ma, come ha sottolineato il sindaco, quando verrà riorganizzato il trasporto pubblico locale a seguito dell'avvio delle due nuove linee della tramvia, puntiamo a fare qualcosa di più" il consigliere delegato dal sindaco per le aree periferiche, soddisfatto per le risposte ricevute a febbraio ha proposto di estendere la ZTL notturna a tutti i giorni della settimana e, non solamente, nel week-end e ha chiesto di valutare l'opportunità di estenderla a tutto l'anno.

"Da stasera a Firenze torna in vigore la ZTL notturna estiva. Si tratta del solito provvedimento inutile che viene ripresentato da anni. Poteva avere un senso se si fosse realizzato un adeguato sistema di parcheggi scambiatori, con navette a servizio del centro storico. Ma soprattutto, se ne sarebbe anche potuto fare a meno, o mitigarla, se fossero stati costruiti i parcheggi interrati al Carmine e in piazza Brunelleschi, a cui Palazzo Vecchio ha rinunciato". Lo afferma il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella, coordinatore fiorentino di Forza Italia. "La ztl notturna - osserva Stella - serve soltanto a riempire i parcheggi di prossimità della ztl, quelli della Firenze Parcheggi. Ed è grave che non venga prevista neppure una sola staffa di penetrazione per consentire la sosta breve, quella di cui potrebbe avere bisogno un genitore per riprendere un figlio in centro, ad esempio. In passato, almeno, era possibile individuare alcune 'finestre' che consentivano a chi vive in centro di poter condurre una vita normale, senza restrizioni eccessive". "Purtroppo - sottolinea il vicepresidente dell'Assemblea toscana - siamo di fronte a un'amministrazione che cede alla volontà di comitati che, oltre ad aver fatto saltare i parcheggi sotterranei in centro, non rappresentano le istanze della popolazione, di cui si autoproclamano paladini. Come emerso già negli anni precedenti, il provvedimento della ztl notturna penalizza le attività economiche del centro, dai ristoranti ai locali notturni, in quanto disincentiva i clienti a recarsi nell'area Unesco. Non si amministra così una città, con provvedimenti frettolosi e privi di logica".

Redazione Nove da Firenze