Rubrica — Fiorentina

Viola contro Napoli al terzo posto come spettatori della prima giornata di A

Con 33.614 presenze viene dopo Roma-Genoa (38.779) e Inter-Lecce posticipo del lunedì (64.188). Presenze medie negli stadi italiani 26.14o, record dal 2004/2005 quando fu introdotto il format a 20 squadre. Cori offensivi dei tifosi verso i napoletani: 10mila euro di multa alla società


La Serie A TIM 2019/2020 parte stabilendo un record nelle presenze allo stadio. Mai, dall'introduzione del format a 20 squadre nella stagione 2004/2005, era stato superato il tetto delle 26mila presenze medie a partita nella prima giornata di campionato. Ed estendendo il confronto su arco temporale si rafforza il primato: da dieci anni, in qualsiasi turno di campionato disputato ad agosto, non veniva raggiunta la soglia di 26.140 spettatori a gara (l'ultima volta nella seconda giornata della stagione 2009/2010, quando a Milano andò in scena il derby e all'Olimpico la sfida Roma - Juventus).

Un record concretizzatosi ieri sera quando a San Siro, per Inter - Lecce, sono accorsi in 64.188. Dopo la gara del Meazza le partite più seguite allo stadio sono state Roma - Genoa (38.779) e Fiorentina - Napoli (33.614).

A pesare sul record l'arrivo di tanti fuoriclasse nel campionato italiano e l'avvio una settimana più tardi rispetto alle ultime stagioni per aspettare il rientro dei tifosi dalle vacanze. Nelle ultime due annate, nella giornata di avvio della Serie A TIM, erano accorsi allo stadio poco più di 22mila spettatori.

 Il giudice sportivo ha inflitto un'ammenda di 10.000 euro alla Fiorentina "per avere suoi sostenitori, al termine della gara, intonato cori insultanti di matrice territoriale nei confronti della tifoseria avversaria".

Redazione Nove da Firenze