Vigili in moto sorprendono e multano guidatori al cellulare

Sulle strade del Mugello si intensificano i controlli per aumentare il grado di sicurezza sulle strade. Furbetti al volante non sfuggono nemmeno con il telelaser che cattura chi supera i limiti di velocità


"Accosti": si è sentito intimare l'alt dal vigile in sella alla moto qualche automobilista indisciplinato di recente sulle strade del Mugello. Per la precisione sono stati oltre 20 i conducenti "distratti" pizzicati dal reparto motociclisti della Polizia municipale Unione Mugello nei servizi svolti: 18 sono stati multati per cellulare alla guida e 5 per cinture non allacciate.

Violazioni sono state accertate anche per la movida, nei servizi di sicurezza stradale nei fine settimana, con le pattuglie che hanno controllato 132 veicoli. Tra le sanzioni, una è stata comminata per guida in stato di ebbrezza e una per intrattenimento non autorizzato in pubblico esercizio.

Nei controlli sono stati impiegati i nuovi moderni etilometri che misurano e accertano il tasso alcolemico in soli 90 secondi, spiegano dal Comando Struttura Unica della Polizia municipale Unione Mugello.

Furbetti al volante non sfuggono nemmeno con il telelaser che cattura chi supera i limiti di velocità e l'occhio elettronico 'Targa 193' che dalla lettura della targa individua immediatamente se il veicolo non è assicurato (o esibisce un tagliando contraffatto) oppure circola con revisione scaduta, o ancora se si tratta di un veicolo sottoposto a fermo amministrativo o risulta rubato.

"L'impegno quotidiano del personale, l'impiego delle nuove tecnologie e ultimamente anche i controlli in moto, così - sottolinea il presidente dell'Unione dei Comuni del Mugello Paolo Omoboni -la Polizia municipale dell'Unione conduce l'attività di presidio del territorio. Efficienza, efficacia e maggiore sicurezza sulle strade per, come già detto, una maggior sicurezza dei cittadini".

Redazione Nove da Firenze