Viene da Roma il primo medico neo laureato al pronto soccorso del San Giovanni Di Dio

Irene Piccioni, 31 anni, è la prima dei 47 non specializzati ad entrare in un DEA dell’area fiorentina. A Torregalli sarà seguita dal dottor Delli con la supervisione del direttore Giannasi


Firenze- Domani il primo medico non specializzato entrerà in servizio nel primo pronto soccorso dell’area fiorentina presso l’Ospedale San Giovanni di Dio (Torregalli), diretto dal dottor Gianfranco Giannasi.

Si chiama Irene Piccioni ed è una giovane dottoressa di 31 anni residente nella Provincia di Roma che ha deciso di investire sulla sua formazione professionale trasferendosi a Firenze per aderire al progetto di formazione-lavoro secondo quanto previsto dalla delibera regionale 590. Ha compiuto i suoi studi presso il Policlinico Umberto I, Università La Sapienza Roma ed ha iniziato la sua esperienza professionale facendo alcune sostituzioni a medici di famiglia, poi prestando servizio presso la Croce Rossa Italiana e nell’ultimo anno ha lavorato all’interno di un hospice a Viterbo.

Durante i due mesi di tutoraggio sarà seguita dal dottor Leonardo Delli, medico del San Giovanni Di Dio specializzato nell’ambito della medicina di emergenza ed urgenza.

Il periodo formativo durerà 60 giorni al termine del quale i nuovi medici inizieranno la loro attività partecipando attivamente ai turni di guardia dei vari DEA a cui sono stati assegnati. Il tutoraggio è strutturato in modo da far approfondire ai neoassunti varie tematiche che spaziano dalle patologie più frequenti in DEA, come ictus, il politrauma, la sepsi e la sindrome coronarica acuta, oltre a simulazioni su scenari clinici e sull’utilizzo di strumentazioni che saranno poi al centro della loro pratica quotidiana.

Il 30 luglio la dottoressa Piccioni parteciperà alle prime lezioni frontali su alcuni temi tra i quali: organizzazione regionale dell’emergenza urgenza, ostruzione delle vie aeree, paziente con difficoltà respiratoria-dispnea, paziente in shock, elettrocardiografia in emergenza urgenza e percorso del paziente con sindrome coronarica acuta.

Ad oggi hanno firmato il contratto di assunzione 46 medici non specializzati dei 47 assegnati nei nove pronto soccorso dell’Azienda Usl Toscana Centro. A fine mese sarà raggiunto il totale delle firme.

Redazione Nove da Firenze