Vendita deposito Ataf in viale dei Mille

I cittadini organizzano un presidio


Venerdì 4 maggio alle ore 16,30 si terrà un presidio di fronte all’ingresso del deposito ATAF del viale dei Mille, promosso da una pluralità di soggetti attivi sul piano cittadino, che vanno dai comitati, ad alcuni partiti fino ai sindacati di base. "La manifestazione vuole essere un momento di protesta e di sensibilizzazione degli abitanti di Firenze rispetto alla politica dell’attuale giunta comunale di privatizzazione del patrimonio pubblico storico-architettonico della città.
Non solo lo storico deposito ATAF viene messo in vendita, ma anche ville, conventi e palazzi rinascimentali, caserme, teatri… Un ingente patrimonio pubblico e privato destinato a diventare alberghi, appartamenti di lusso e tutto ciò che può essere funzionale all’estrazione di rendita e profitto connesso con il monopolio dell’industria turistica.
La giunta Nardella, inoltre, proseguendo nella svendita della città, ha approvato di recente una variante al regolamento urbanistico, che attenta all’integrità del patrimonio architettonico e al tessuto urbano storico (42% del patrimonio edilizio) su cui si potrà intervenire con la cosi detta “ristrutturazione edilizia”. ben più permissiva dell’attuale “restauro conservativo” ancora una volta a tutto vantaggio della speculazione immobiliare e turistica". 

Redazione Nove da Firenze