Rubrica — La tavola toscana

Vendemmia in festa e cena in giardino

Alla Fattoria Santo Stefano di Greve in Chianti venerdì 11 e 18 settembre due serate dedicate alla degustazione dei vini “speciali” di fattoria abbinati ai sapori autentici della terra chiantigiana e all’arte


Settembre tempo di vendemmia, e allora quale miglior modo di celebrare questo momento magico della nostra cultura toscana, se non bevendo dell’ottimo vino, accompagnato da piatti della tradizione chiantigiana, direttamente in vigna?

Sarà possibile vivere questo meraviglioso connubio nel corso di due serate esclusive, a numero chiuso, che si svolgeranno nei giorni 11 e 18 settembre 2020, circondati dai filari carichi d’uva della Fattoria Santo Stefano a Greve in Chianti, avvolti dalla luce di un suggestivo tramonto sulle colline del Chianti e accompagnati dalle note di una chitarra e del violino.

“Abbiamo voluto organizzare queste due serate per far conoscere appieno il sapore della nostra terra – raccontano Elena, Chiara e Agostino Bendinelli – nel corso di questi eventi gli ospiti potranno degustare i vini di alcune tra le nostre annate speciali di Chianti Classico Riserva Il Drugo e Gran Selezione, abbinate agli antichi piatti della tradizione toscana e contadina realizzati in modo artigianale e con ingredienti a Km0.”

Un’occasione per assaporare o scoprire, a chi ancora non li conosce, i sapori e le ricette che caratterizzano questo fazzoletto del Chianti, come la Pasta e Ceci, la Trippa alla Fiorentina, il Peposo piuttosto che la Francesina, tradizionale ricetta del recupero.

Le serate saranno anche allietate da musica live di Lorenzo Pampaloni alla chitarra classica e dal violino di Isacco Burchietti.

Nella serata dell’11 settembre il pittore fiorentino Marco Burchi, noto per realizzare le sue opere con la terra di Firenze attraverso una particolare tecnica di pittura, eseguirà una esibizione dal vivo. Per l’evento del 18 settembre, l’attore fiorentino Roberto Andrioli si esibirà in interventi teatrali dalla tradizione comica italiana della commedia dell'arte.

In caso di maltempo le serate si svolgeranno all’interno della villa, nel pieno rispetto delle direttive nazionali relative al contenimento dell’epidemia Covid-19.

Redazione Nove da Firenze