Vandali nel Giardino, oltraggiata la memoria di Caponnetto

Danni in Lungarno del Tempio, spaccato un antico vaso a pochi giorni dalla cerimonia che ricorderà il centenario della nascita dello storico capo del pool antimafia (Caltanissetta, 5 settembre 1920 - Firenze 6 dicembre 2002). La condanna del Comune. Scattata denuncia contro ignoti


Hanno agito di notte distruggendo parte della staccionata, una panchina e l’antico vaso presente nel giardino di lungarno del Tempio intitolato alla memoria del giudice Antonino Caponnetto. Il gesto dei vandali è stato condannato con forza dagli assessori al Decoro urbano e alla Cultura alla memoria e legalità. 

Secondo gli assessori si è trattato di un atto grave, che causa danni al patrimonio di tutti e vanifica lavoro e impiego di risorse pubbliche, avvenuto oltretutto in un luogo che onora la memoria dello storico capo del pool antimafia di Palermo, del quale peraltro proprio qui si ricorderanno, sabato 5 settembre alle 17, i 100 anni dalla nascita insieme con la Fondazione Caponnetto. 

Non è la prima volta che il giardino è oggetto di vandalizzazioni, in particolare a danno della staccionata di recinzione ma anche di vasi e panchine. La Polizia municipale ha provveduto questa mattina a mettere in sicurezza l’area ed è subito scattata la denuncia contro ignoti. Gli assessori fanno appello ai cittadini che abbiano visto qualcosa a comunicare ogni informazione utile per l’individuazione dei responsabili.

Redazione Nove da Firenze