Val di Pesa: nuove sedi per Vigili del Fuoco e Carabinieri Forestali

Due nuovi distaccamenti a Barberino e San Casciano. Nel 2020 si apre una stagione di grandi opere per la sicurezza della comunità


SAN CASCIANO IN VAL DI PESA, 8 gennaio 2020. Nuovi edifici per la protezione civile e per la sicurezza dei cittadini, interventi di riqualificazione degli spazi pubblici e miglioramento del decoro in alcune aree residenziali di San Casciano in Val di Pesa. E’ una stagione di grandi cantieri quella messa in campo dal Comune per il 2020 che ha appena aperto i battenti. La giunta Ciappi ha dato il via libera all’esecuzione di tre importanti progetti, volti alla realizzazione di alcune delle opere pubbliche più rilevanti del piano triennale. Gli investimenti complessivi per circa 2 milioni di euro, già stanziati, permetteranno all’amministrazione comunale di proseguire la costruzione della doppia sede che ospiterà, nell’area del Bardella, la Caserma dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri Forestali.

“Si tratta nello specifico del secondo stralcio del secondo lotto – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Niccolò Landi - che, dopo aver completato la costruzione del cantiere comunale, porterà al completamento della struttura che al momento è al grezzo dove troveranno spazio il centro operativo dei pompieri, compresa l’autorimessa, funzionale a tutta l’area del Chianti e la sede dei carabinieri forestali. Con la progettazione conclusa, curata dai tecnici del servizio Lavori pubblici, passeremo all’indizione della gara per prevedere poi di aprire il cantiere nel corso dell’estate di quest’anno”.

La spesa che si è resa necessaria per questo importante step del progetto, diretto dall’ingegnere Massimo Conti, è pari a 1,3 milioni di euro. Altra opera per la quale c’è grande attesa nella comunità è il restyling di piazza Cavour, una delle aree centrali più frequentate del centro storico, al momento occupata da decine di posti auto. “Il nostro obiettivo è conferire un nuovo look ad una delle agorà più frequentate dalla cittadinanza - prosegue l’assessore Landi – bellezza e funzionalità contemporanea si intrecciano nel progetto, firmato dall’architetto comunale Francesco Pruneti, che per una spesa pari a 360 mila euro mira ad incrementare le potenzialità di accoglienza e di accessibilità della piazza, fondamentale per la presenza di svariati servizi, come il Comando dei Carabinieri, il Cinema Teatro Everest, nonché Circolo Acli, le sedi delle associazioni di categoria, del Centro di salute mentale e gli adiacenti ambulatori Asl del distretto sociosanitario, oltre alla Propositura di San Cassiano che si affaccia proprio sulla piazza”.

“La creazione di due nuovi distaccamenti dei Vigili del Fuoco a Barberino del Mugello e San Casciano Val di Pesa è un grande risultato, raggiunto anche grazie all’impegno della Cisl, che migliora in modo sostanziale la sicurezza di quelle comunità.” E’ il commento soddisfatto del segretario generale Cisl Firenze-Prato Roberto Pistonina e del segretario generale Fns-Cisl Toscana Massimiliano Del Sordo, alla decisione del ministero dell’Interno di istituire queste due nuove basi operative in provincia di Firenze.“E’ da tempo – dicono i due sindacalisti - che la Cisl si adopera per la creazione di distaccamenti permanenti dei Vigili del Fuoco in aree scarsamente servite da questa importante componente del soccorso tecnico urgente e questo risultato, raggiunto nonostante le difficoltà ad ottenere stanziamenti pubblici, è il premio al nostro impegno.”“Le nuove realtà – aggiungono Pistonina e Del Sordo - saranno immediatamente operative appena verranno individuate le collocazioni logistiche delle due sedi, visto che la gran parte del personale è stato già assegnato. Finora gli interventi di soccorso in queste zone venivano effettuati con personale e mezzi provenienti da Firenze o Petrazzi per San Casciano e da Borgo San Lorenzo o Firenze per Barberino del Mugello. I tempi per giungere sul posto in questi casi si allungavano pericolosamente, superando a volte i 30 minuti e rendendo meno efficace il soccorso alla cittadinanza. Nei casi davvero urgenti, infatti, il tempo di intervento nello scenario assume un ruolo fondamentale.”“Siamo enormemente soddisfatti che gli sforzi profusi abbiano prodotto questo miglioramento per gli abitanti dei territori di San Casciano e Barberino e per i Vigili del Fuoco di Firenze che avranno a disposizione due ulteriori distaccamenti permanenti che renderanno la gestione del soccorso più efficace e razionalmente distribuita sull’intera provincia.”

Redazione Nove da Firenze