​Vaccino antinfluenzale, Regione Toscana: "Sui Social notizie fuorvianti"

Aifa ribadisce l'importanza di vaccinarsi contro l'influenza stagionale, in particolare per le categorie più a rischio


L'Agenzia italiana del farmaco interviene sulla condivisione, massiccia nelle ultime ore, di notizie riguardanti il vaccino. La Regione Toscana riprende e rilancia l'invito di Aifa ad "ignorare le bufale" ed invita a vaccinarsi.
"Ad oggi, il servizio di farmacovigilanza della Regione non ha ricevuto alcuna segnalazione di eventi avversi da vaccino, né tantomeno di decessi" aggiunge la Regione. 

Stanno circolando in queste ore sui canali Facebook e Twitter "notizie vecchie e fuorvianti" sul vaccino antinfluenzale, secondo le quali Aifa Agenzia italiana del farmaco avrebbe "vietato l'utilizzo dei vaccini, in quanto responsabili di decessi".

Aifa smentisce: "Gli articoli citati - si legge sul sito dell'Agenzia del farmaco - risalgono in realtà al 2014 e riportano notizie di decessi che in nessun caso sono stati correlati alla somministrazione dei vaccini, come è emerso dagli approfondimenti scientifici condotti in seguito dalle autorità nazionali ed europee. Si tratta dunque - chiarisce ancora Aifa - di una notizia fuorviante, che rischia di arrecare danno alla campagna di vaccinazione antinfluenzale in corso. Aifa ribadisce l'importanza di vaccinarsi contro l'influenza stagionale, in particolare per le categorie più a rischio (soprattutto anziani e persone di tutte le età con patologie di base che aumentano il rischio di complicanze in corso d'influenza), e di non lasciarsi condizionare da false notizie circolanti in rete".

Redazione Nove da Firenze