Turismo: 12 milioni di visitatori all’anno a Firenze

E in Toscana a Ferragosto, attirati da arte e cultura. Al Polo Museale Fiorentino quasi 70mila nel fine settimana


 Tra giovedì 14 e sabato 16 agosto sono stati 69.461 i visitatori dei musei del Polo Fiorentino, ovvero 3.788 in più rispetto agli stessi giorni del 2013, pari a un aumento del 5,77%. In particolare, i visitatori sono aumentati di 2.374 unità il 14 agosto (+10,84%), di 716 a Ferragosto (+2,96%) e di 698 sabato 16 agosto (+3,57%). Nel dettaglio dei vari musei, sono aumentate i visitatori del Museo nazionale del Bargello (897, pari al 39,76%), del Museo delle Cappelle Medicee (770, pari al 29,94%), del Museo di San Marco (289, pari al 16,89%), del circuito Boboli-Argenti di Palazzo Pitti (1.373, pari al 12,77%) e della Galleria dell’Accademia (659, pari al 4,32%). In calo invece la Galleria degli Uffizi (-431 visitatori, pari a -1,79%), il circuito Palatina G.a.m. di Palazzo Pitti (-225, pari a -3,86%) e Palazzo Davanzati (-6, pari a -1,06%). Tra i musei a ingresso libero sono aumentate le tre ville medicee aperte (Poggio a Caiano +49,37%, Cerreto Guidi +21,58% e La Petraia +21,27%) e il Cenacolo Andrea del Sarto (+97,01%).



In questi giorni il nuovo Museo Novecento aperto da due mesi in piazza Santa Maria Novella, ha richiamato migliaia di visitatori, ma un bell'indicatore dell'andamento turistico del Ferragosto erano anche le lunghe code che affollano il museo di Palazzo Vecchio.



A Prato ha fatto centro Palazzo Pretorio: centinaia di persone hanno deciso di trascorrere il ponte dal 15 al 17 agosto all’insegna dell’arte visitando i tesori della collezione permanente al Museo, tra l'altro l’unico a rimanere aperto a Prato nel giorno della festività di mezz’agosto. Il bilancio è di 500 visitatori registrato nell’arco delle tre giornate, di cui tanti pratesi che si sono affacciati soprattutto il 15 agosto (complice anche la concomitanza con la Festa di mezz'estate organizzata dall'amministrazione comunale in piazza del Comune), alcuni dei quali non avevano avuto modo di visitare ancora il Palazzo con i suoi gioielli della collezione permanente che portano la firma di maestri di valore assoluto come Filippo e Filippino Lippi, Donatello, Giovanni da Milano, Lorenzo Bartolini e Lipchitz. Oltre all’apertura straordinaria del Museo fino alle 23, è stata apprezzata particolarmente la formula scontata “2x1” (due biglietti al prezzo di uno) lanciata per promuovere il Museo in alcune date d’agosto, anche in occasione del 15, mentre le audioguide, anche queste in promozione con il “2x1”, sono andate rapidamente a ruba. Anche in estate dunque Palazzo Pretorio si conferma come meta di riferimento per gli amanti dell’arte, dai turisti che in questi giorni si fanno vedere nel centro storico di Prato ai pratesi che non sono andati in vacanza o sono rientrati dalle ferie, e che trovano nelle sale del Museo uno spazio molto gradito d’interesse artistico e culturale.

Redazione Nove da Firenze