​Trasporti, nasce Carta Unica Firenze: ecco come funzionerà

 Ceccarelli: "Buon risultato, ora estenderla a tutta la Toscana"


Una card unica valida per tutti i mezzi di trasporto dell'area fiorentina. La presentazione della carta unica per i trasporti nell'area fiorentina è avvenuta alla Stazione di Santa Maria Novella. Presenti, oltre a Ceccarelli, il sindaco di Firenze Dario Nardella, l'ad di Busitalia, Stefano Rossi, e il direttore della divisione passeggeri regionale di Trenitalia, Maria Annunziata Giaconia.

Si tratta di una tessera personale, realizzata anche con il cofinanziamento della Regione Toscana, sulla quale potranno essere caricati abbonamenti e carnet di biglietti Ataf&Li-nea ed abbonamenti regionali e sovraregionali Trenitalia. La validità scatterà dal 1 aprile.

La realizzazione della card è il frutto dell’impegno congiunto Busitalia/Trenitalia/ATAF GESTIONI per promuovere una mobilità collettiva, integrata e sostenibile - uno dei pilastri del Piano industriale 2017–2026 del Gruppo FS Italiane - facilitando l’utilizzo combinato e l’interscambio modale tra i servizi di trasporto urbani e ferroviari proponendo al cliente un’esperienza unica di viaggio.

Dal 1° aprile 2018 sarà possibile caricare su UNICA TOSCANAgli abbonamenti Trenitalia regionali (settimanali, mensili ed annuali) ed ISEE e quelli sovraregionali con almeno una località di partenza/arrivo all’interno dei confini della Toscana; gli abbonamenti annuali ATAF&Li-nea (UNICA TOSCANA è il supporto esclusivo per acquistare gli annuali: dal 1° aprile, quindi, spariranno i tradizionali cartacei che saranno caricati direttamente sulla card), gli abbonamenti mensili ed i carnet da 10 biglietti ATAF&Li-nea.

Inoltre, la tessera è predisposta per supportare anche altre tipologie di titoli di viaggio.

UNICA TOSCANA sarà rilasciata a chiunque ne faccia richiesta nelle biglietterie ATAF&Li-nea a Firenze (sportelli 8 e 9 biglietteria Firenze SMN, biglietterie di Via Alamanni, Via Pacinotti e Via Pratese), nelle biglietterie Trenitalia (Firenze SMN, Prato, Empoli, Arezzo, Livorno, Siena, Grosseto, Lucca, Pistoia e Pisa).

Per richiederla è necessario compilare l’apposito modulo (disponibile nelle biglietterie, su www.trenitalia.com e su www.fsbusitaliashop.it) corredato di foto, codice fiscale e di un documento d’identità.

La tessera si può ricaricare:

Acquistando abbonamenti e carnet ATAF&Li-nea in tutte le biglietterie, nelle oltre 130 rivendite e nelle 15 emettitrici self-service ATAF&Li-nea e on line suwww.fsbusitaliashop.it;

Acquistando abbonamenti Trenitalia in tutte le biglietterie e le emettitrici self service di Trenitalia della Toscana e on line su www.trenitalia.com.

UNICA TOSCANA funziona accostandola al validatore ad ogni salita a bordo, sia all’inizio del viaggio che per i successivi trasbordi. Riconosce automaticamente i biglietti caricati, registra la validazione per gli abbonamenti in corso di validità e procede a scalare le corse, in caso di carnet.

Sarà rilasciata gratuitamente fino ad agosto, deve essere conservata con cura e mantenuta integra.

UNICA TOSCANA è stata realizzata, per ATAF&Li-nea, anche con il cofinanziamento della Regione Toscana.

Maggiori dettagli sulla card sulle novità introdotte dalla tessera elettronica su: www.fsbusitalia.it, www.ataf.net e www.trenitalia.com

 "Firenze si avvia a testare uno strumento semplice e comodo che nel futuro prossimo sarà esteso a tutta la Toscana. Una card unica valida per tutti i mezzi di trasporto dell'area fiorentina è certamente una iniziativa che va nella direzione da noi immaginata e perseguita con il recente contratto ponte per il trasporto pubblico su gomma e, ancora prima, in quello firmato dalla Regione con Trenitalia per il ferro" commenta l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli

"In Toscana esistono altre carte multimodali, che mettono cioè insieme più mezzi di trasporto - ha aggiunto Ceccarelli - ma questa è la prima volta che anche Trenitalia entra in rete e consente di creare una card veramente completa per l'utente. Lavoriamo – ha concluso - per fare in modo che arrivi presto il momento in cui tutta la Toscana potrà finalmente avvalersi di un unico biglietto valido per tutti i mezzi pubblici".

Redazione Nove da Firenze