TASI: entro il 16 ottobre la prima rata, ecco come si paga

Paga solo il proprietario, gli inquilini non pagano niente


 Da oggi 1 Ottobre 2014 e fino al 16 Ottobre si paga la prima rata TASI nei Comuni che hanno provveduto ad inviare le proprie delibere al Ministero delle Finanze entro il 10 Settembre 2014 con pubblicazione delle stesse nel sito del Ministero entro lo scorso 18 Settembre 2014. Tra questi Comuni c'è anche Firenze, la cui delibera (del 28/7/2014) è stata pubblicata il 14/8/2014.

Il Comune di Firenze ha scelto di far pagare la TASI 2014 solo agli immobili non soggetti ad IMU, colpendo quindi le abitazioni principali con l'aliquota massima permessa dalla legge, il 3,3 per mille.
Rientrano nella categoria sia le case di residenza dove il contribuente abita con la famiglia, sia le abitazioni (non affittate) possedute da anziani e disabili residenti in istituti di ricovero o dal personale di Forze armate o Vigili del fuoco, sia le case assegnate al coniuge separato.

Pagano la Tasi anche le abitazioni poste al confine del territorio comunale che costituiscono porzioni di abitazione principale di soggetti residenti in Comuni confinanti, accatastate in parte in detti Comuni. Allo stesso modo pagano la Tasi anche le unità immobiliari appartenenti a cooperative edilizie adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari.
Sono escluse le abitazioni rientranti nelle categorie catastali A1, A8 e A9 (case di lusso, castelli, etc.), già soggette ad IMU.

Le detrazioni concesse sono due: una di massimo 170 euro, di importo in aumento al crescere del valore della rendita catastale dell'abitazione (pertinenze escluse), e una fissa di 25 euro per ogni figlio di età fino a 26 anni residente nella casa di abitazione del contribuente.

Unico soggetto tenuto al pagamento è il proprietario (o titolare di altro diritto di godimento come usufrutto, abitazione, etc.); gli eventuali diversi occupanti, come gli inquilini di contratti di affitto, non devono pagare niente.

Il calcolo si effettua moltiplicando la base la base imponibile IMU (valore catastale rivalutato del 5% e poi moltiplicato per i coefficienti di legge) per l'aliquota deliberata dal Comune, togliendo poi le detrazioni spettanti. Il pagamento avviene in due rate, una appunto scadente il 16/10/2014 e l'altra il 16/12/2014. La base imponibile è ridotta del 50% per i fabbricati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, nonché per gli immobili di interesse storico o artistico.

Un esempio
ce lo offre Aduc, attraverso la preziosa collaborazione di Rita Sabelli, responsabile Aduc per l'aggiornamento normativo: "Prendiamo una casa di abitazione posta interamente nel Comune di Firenze di dimensioni medie, con una rendita catastale di 951,57 euro ed una pertinenza di categoria C/6 (garage) con rendita catastale 134,28, posseduta dal contribuente al 100% per tutto il 2014 e nella quale risiede anche un figlio di età inferiore a 26 anni.
La rendita catastale totale va rivalutata del 5% e il risultato dev'essere moltiplicato per il coefficiente previsto per i fabbricati di categoria A (abitazioni), ovvero 160. Il risultato, 182.422,80, viene moltiplicato per l'aliquota prevista dal Comune, 3,3, dividendo poi il risultato per mille, ovvero 601,99 euro. Da questa cifra si tolgono 70 euro di detrazione base (per la fascia di rendita catastale variabile da 700 a 1000 euro) e 25 euro di detrazione per il figlio.

Ebbene, la TASI per l'anno 2014 che questo contribuente dovrà pagare è di 506,99 euro, arrotondato a 507 euro; l'acconto da pagare entro il 16/10/2014 è la metà, 253 euro. L'altra metà, 254 euro (arrotondata in eccesso) dovrà essere pagata a saldo entro il 16/12/2014.

Il pagamento può avvenire compilando il modello F24 indicando nella sezione “IMU ed altri tributi locali” D612 come codice identificativo del Comune e 3958 come codice tributo, oppure utilizzando il bollettino postale intestato “Pagamento TASI”.

Fonte di informazione per il Comune di Firenze è il sito ufficiale dove si trovano sia informazioni dettagliate su aliquote e detrazioni, sia un comodo foglio di calcolo per calcolare il dovuto, con
possibilità di ottenere l'F24 già compilato.
QUI la pagina del Comune: www.comune.fi.it/export/sites/retecivica/comune_firenze/tributi/Tasi_2014.html

Per approfondimenti sulla TASI:  http://sosonline.aduc.it/scheda/nuova+iuc+imposta+unica+comunale+comprendente+imu_22057.php

Redazione Nove da Firenze