Rubrica — Mostre

Storie di Altromare: omaggio ad Antonio Possenti

Livorno: alla Fondazione d’Arte Trossi Uberti, sabato 12 ottobre (ore 17) nell'ambito della mostra la proiezione del documentario


Livorno, 8 ottobre 2019Sabato prossimo 12 ottobre alle ore 17, nell’ambito della mostra Antonio Possenti. Gli esordi tra disegno e illustrazione, curata da Biancalucia Maglione e Anita Paolicchi, allestita presso la Fondazione d’Arte Trossi Uberti ( via Ravizza,76) è in programma la proiezione del documentario “Storie di Altromare- omaggio a Antonio Possenti “ (52’), presentato dal regista Lorenzo Garzella.

L’evento aderisce alla Quindicesima Giornata del Contemporaneo, il grande evento annuale promosso da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani e dedicato all’arte del nostro tempo e al suo pubblico.

Il film di Lorenzo Garzella alterna e intreccia materiali documentaristici a un livello narrativo più intimo e visionario. Da una parte interviste, archivi super8, vecchi scritti, dettagli del tracimante studio lucchese di Possenti in Piazza dell’Anfiteatro, immagini inedite del maestro al lavoro realizzate prima della sua scomparsa (2016). Dall’altra le sue pitture che vengono animate, incarnando la ribollente fantasia dell’artista. Le creature pittoriche affiorano dal nero e invadono progressivamente lo schermo, finché non “scivolano” anche nella realtà e – attraverso spensierati intarsi grafici – sgattaiolano dallo studio e vagano furtivamente per le strade notturne di Lucca, quasi che lo spirito del maestro abitasse ancora segretamente la città… l’appuntamento è in Piazza Anfiteatro a tarda ora, per una festa da ballo clandestina destinata a dissolversi all’alba.

Un documentario, un film-ritratto, un sogno animato in cui il cinema incontra la pittura, un appassionato omaggio alla memoria del maestro che ha indirizzato la pittura lucchese del 900 verso il racconto favoloso. Possenti è “coltissimo pittore dell’Altrove, un artista in fuga dalla tradizione italiana, verso gli orizzonti narrativi e visionari di Bosch e Bruegel”, come lo definisce Vittorio Sgarbi, intervistato nel film.

Il documentario “Storie di Altromare” costituisce il proseguimento di un percorso iniziato nel 2013 con un’istallazione di Lorenzo Garzella al Museo della Grafica di Pisa. E’ quella l’occasione per una prima collaborazione fra il film-maker e il pittore: una breve animazione delle sue opere, un piccolo “sogno in movimento”. L’ottantenne maestro mostra da subito grande curiosità e slancio collaborativo, mettendo a disposizione disegni, occhio, esperienza.

Racconta il regista Lorenzo Garzella: «La sfida di animare questo universo pittorico brulicante e metamorfico mi ha intrigato fin da subito. La complicità del maestro mi ha spinto a continuare… poi lui è mancato, e io l’ho vissuta come una missione incompiuta da portare a termine, e anche come un passaggio generazionale in cui la pittura di Possenti possa cambiare forma e modalità di racconto, un passaggio da lui a me, con la speranza che la sua grande arte possa continuare a vivere nel mio artigianato tecnologico da film-maker, magari trovando nuovo pubblico

Il filo rosso che guida il film-ritratto sono sequenze di pitture animate, in cui le opere di Possenti prendono vita, fino a essere intarsiate con immagini reali di Lucca notturna. «Le nostre animazioni – precisa Garzella – vogliono rendere proprio il senso di pitture animate, restituendo un mondo in movimento in cui le immagini conservino un loro peso, in bilico fra la liberazione dalla loro staticità e la rivendicazione del loro essere disegno d’arte e non cartone animato. Abbiamo usato la tecnica apasso-uno, una soluzione laboriosa e artigianale, quasi d’altri tempi, discussa e decisa a suo tempo anche con Possenti. Il risultato è il frutto di un appassionato lavoro di coppia, del sodalizio di vita e di arte con mia moglie, l‘illustratrice Serena Luluk Tonelli

Racconta Antonio Possenti nel film: “Non potrei vivere senza disegnare e dipingere: nell’urgenza di esprimersi la mano sfugge al controllo, e mi piace pensare che a guidarla sia qualcosa di più del caso, qualcosa che – esagerando – si potrebbe chiamare mistero, o magia”. Chiosa il regista Garzella :“Il documentario prova e restituire un po’ di questo misterioso rituale che anima il dialogo fra la mano di Possenti e la superficie da dipingere. Non è una biografia in senso stretto, è il tentativo libero e un po’ spericolato di tradurre direttamente in film l’approccio all’arte e alla vita di Possenti”.

STORIE DI ALTROMARE – omaggio a Antonio Possenti

Durata: 52’ – Formato: HD 16:9 – Anno: 2018
Regia: Lorenzo Garzella
Produzione: Nanof – Co-produzione: Acquario della Memoria; Lucca Film Festival e Europa Cinema
In collaborazione con Sky Arte HD
Musiche originali: Pierluigi Pietroniro
Pitture animate: Serena “Luluk” Tonelli e garz
Intervistati: Vittorio Sgarbi (critico), Maria Cristina Cabani (docente universitaria), Luigi Ficacci (storico dell’arte), Nicola Micieli (critico), Mario Rocchi (giornalista), Giovanni Raffaelli (antiquario)

Lorenzo Garzella (Pisa, 1972). Regista, docente universitario, operatore culturale. Laureato in Storia e Critica del Cinema a Pisa. Specializzato in video-documentazione sociale (I Cammelli, Torino, 1997) e montaggio digitale (IAL, Pordenone, 1999). Dal 2002 insegna Montaggio Video all’Università di Pisa. Ha realizzato istallazioni, cortometraggi e documentari di argomento storico, sportivo, sociale, (Rai, Mediaset, Sky, Stream, Tele+) ottenendo riconoscimenti in Italia e all’estero. Il suo lungometraggio “IL MUNDIAL DIMENTICATO” (90′, 2011, co-produzione Italia- Argentina) è stato presentato alla 68^ Mostra del Cinema di Venezia (Giornate degli Autori), selezionato e premiato in numerosi festival internazionali, distribuito in sale cinematografiche, reti televisive e rassegne di molti paesi.

Redazione Nove da Firenze