Stella (FI): "Fi-Pi-Li, assurdo programmare i lavori a inizio estate"

Attacco alla regione: "Cosa costava aspettare settembre? Pessima programmazione dei cantieri, penalizzata l'immagine della Toscana". Ceccarelli replica: "La bella stagione facilita i lavori"


Firenze, 3 giugno 2019 - "I primi giorni di cantieri sulla Fi-Pi-Li sono stati deleteri dal punto di vista del traffico: eravamo stati facili profeti nelle scorse settimane. E' una follia aprire dei cantieri a inizio estate su una strada tra le più utilizzate d'Italia proprio nel periodo estivo, quando viene percorsa da centinaia di migliaia di persone che vanno al mare lungo la costa livornese e pisana. Chiediamo alla Regione Toscana di rimandare i lavori a settembre, evitando di rendere l'imminente stagione estiva un incubo per turisti e pendolari". Lo chiede il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella (Forza Italia), in merito ai lavori di rifacimento della SGC Firenze Firenze-Pisa-Livorno.

"Il cantiere, compreso tra gli svincoli di Montelupo e Ginestra Fiorentina - ricorda Stella - sarà attivo per circa 8 mesi e comporta la riduzione della carreggiata ad una corsia per senso di marcia nel tratto interessato dai lavori. Visto che non c'era urgenza assoluta di eseguire i lavori, ci chiediamo che senso abbia averli programmati per l'inizio dell'estate, quando sulla Fi-Pi-Li il numero dei veicoli raddoppia. Cosa costava aspettare settembre? Esigiamo risposte dalla Regione Toscana, che non può cavarsela (come ha fatto nei giorni scorsi per bocca dell'Assessore ai Trasporti) dicendo di 'portare un po' di pazienza'. Questa programmazione dei cantieri è stata pessima e penalizza l'immagine della Toscana anche agli occhi dei turisti, oltre a recare disagi a decine di migliaia di utenti".

"Regalo gia' adesso al consigliere Stella l'attacco del comunicato stampa popolare, o populista, che potrebbe fare a settembre nel caso decidessimo di accettare la sua proposta di sospendere l'attività del cantiere della Fi Pi Li per l'estate: 'Ma come è possibile che la Regione Toscana abbia atteso settembre e la ripresa a pieno ritmo delle attività delle scuole, degli uffici e delle fabbriche per avviare il cantiere sulla Fi-Pi-Li, una delle strade più utilizzate dai pendolari e dagli studenti che raggiungono ogni giorno Firenze da tutta l'area empolese e dal Valdarno inferiore?'". È quanto dichiara, in una nota, l'assessore regionale ai Trasporti, Vincenzo Ceccarelli, replicando alle parole del vicepresidente dell'assemblea toscana, Marco Stella (Forza Italia), sulla Firenze-Pisa-Livorno.

Ceccarelli ribadisce l'importanza di completare i lavori negli otto mesi programmati con operai dislocati su tre turni dalle 8 alle 22, sabato compreso. "I cantieri- precisa- devono essere aperti anche con la bella stagione per facilitare i lavori". Del resto, ricorda l'assessore, esiste già l'alternativa per gli automobilisti, vale a dire l'autostrada A11. "Sono spiacente che Stella non sia rimasto soddisfatto delle mie dichiarazioni e dal mio invito ai cittadini ad avere pazienza, ma io credo che la politica non sia fatta di annunci vuoti e chiacchiere da bar- ribadisce Ceccarelli-. Credo che la gestione della cosa pubblica implichi delle responsabilita', anche spiacevoli. E credo che la Fi-Pi-Li sia troppo importante per lasciarla andare in malora e magari dover intervenire d'urgenza tra qualche anno chiudendola del tutto".

Redazione Nove da Firenze