Rubrica — Spettacolo

Stefano Silvestri si conferma autore da Talent con Il mago Triste

Autore di talento ma anche Talent scout visto che, grazie a I Teatri dell'Invasione, molti artisti arrivano a calcare il palcoscenico nazionale


 Il regista e autore Stefano Silvestri, si conferma autore ispirato e talent scout con una nuova opera Il mago triste e l'ennesima partecipazione ad Italia's got Talent da parte di uno degli allievi de I Teatri dell'invasione, la scuola di Via Vittorio Emanuele II a Firenze.

I testi di Silvestri nascondono a quanto pare una attrazione particolare per i selezionatori e piacciono al grande pubblico. "Il mago triste - racconta Silvestri - è un personaggio nato in un pomeriggio trascorso tra amici mentre mi trovavo a Santa Monica. E' stato lì a Los Angeles che ho dato vita a questo protagonista che non parla ma affida ai gesti tutto il carico emotivo del malessere per una società fin troppo veloce""I trucchi del mago - svela Silvestri - sono fallimentari ed è l'ironia che scandisce i tempi. Il pubblico è trasportato in una direzione contraria rispetto alla frenesia del mondo contemporaneo, dove tutti vivono di monologhi e nessuno ascolta l'altro. Il mago invece è muto, ma cattura l'attenzione". 

Ogni anno migliaia di aspiranti attori affrontano i casting sperando di andare in scena "Ma spesso sono poche decine quelli che riescono a conquistarsi un posto. Quello che facciamo nella scuola di recitazione - spiega Silvestri - è preparare gli attori non solo a quel che accade sulla scena ma anche a ciò che si muove dietro le quinte. Tecnici ed operatori sono parte integrante della formazione di un artista: ogni singola professionalità è uno strumento della nostra palestra artistica".

Stefano Silvestri nasce come danzatore e poi si dedica alla regia con progetti impegnati nel sociale. La recitazione teatrale, così come quella cinematografica e televisiva, lo affascinano e contribuiscono ad ispirare una creatività autoriale supportata dalle professionalità tecniche che quotidianamente collaborano all'interno del percorso di formazione artistica curato da Silvestri nelle aule di Rifredi.

Silvestri è oramai un Talent scout affermato e molto conosciuto a Firenze perché i ragazzi che partecipano al corso di recitazione, misurandosi con vari stili, acquisiscono una preparazione adatta ai moderni Talent Show. Le performance che hanno conquistato il grande schermo hanno già raggiunto milioni di visualizzazioni sui Social Network. 

Redazione Nove da Firenze