Stamani l'inizio dell'anno scolastico

Lunedì 17 settembre prima campanella. Cresce nuovamente la popolazione degli istituti superiori: 1.935 classi, in totale, per l'anno 2018-2019. Le nuove prime sono 412. La popolazione è di 43 mila 613 allievi (i "primini" 10.064). La mappa degli interventi. Igiene e bagni sono le materie ‘insufficienti’ della scuola


Settembre, il mese degli inizi: si torna al lavoro, alla quotidianità che riprende dopo il rientro dalle vacanze e, soprattutto, ricomincia la scuola. Un appuntamento che fa rima con emozione.

1935 classi, in totale, per l'anno scolastico 2018-2019. Le nuove prime, tra esse, sono 412. La popolazione scolastica della Città Metropolitana di Firenze è di 43 mila 613 allievi (i "primini" 10064). Risale complessivamente il numero degli studenti: da 43477 del 2016-2017 a 43026 del 2017-2018 fino ai 43613 attuali. Si è registrato in questi anni un certo calo degli istituti tecnici e professionali e un incremento dei licei.

A tutti gli studenti gli auguri del Sindaco della Città Metropolitana di Firenze Dario Nardella e del consigliere delegato alla Scuola Giampiero Mongatti: "La scuola è l'asse portante del nostro futuro - dichiara Nardella - e nel giorno dell'apertura sentiamo la festa dell'attesa per cui desideriamo di dare il meglio ai nostri ragazzi, cercando di superare gli ostacoli che pure non sono mancati in termini di risorse. Tuttavia abbiamo ottimizzato e reperito i fondi per un'offerta di qualità e una maggiore sicurezza degli edifici e degli impianti, anche con il coinvolgimento diretto dei dirigenti scolastici, ai quali sono stati assegnati fondi autonomi". "I dati suffragano questo nostro impegno - sottolinea Mongatti - Tra il 2016 e il 2018 abbiamo stanziato risorse per 55 milioni e 973 mila euro, destinati a 40 strutture in otto Comuni del territorio. Naturalmente non siamo fermi e stiamo predispondendo nuovi progetti per il 2019". 

Nel 2017 sono stati appaltati 35 progetti. Tra i più significativi la riqualificazione di tre facciate dell’Istituto Buontalenti di Firenze, per 1 milione e 886 mila euro, l’adeguamento sismico del Giotto-Ulivi di Borgo San Lorenzo (1 milione e 58 mila euro), il completamento della bonifica dell’amianto e il nuovo impianto fotovoltaico del 'Federigo Enriques' di Castelfiorentino per 1 milione e 7 mila euro.
In progettazione la nuova costruzione del Liceo Agnoletti di Sesto Fiorentino, per 15 milioni e 500 mila euro. Previsto un nuovo edificio con 30 aule, laboratori, palestra e auditorium. Nuovo edificio scolastico in progettazione anche per il Ferraris di Empoli, per un importo di 7 milioni e 700 mila euro. Nei mesi di giugno/luglio, a Firenze, sono iniziati gli ampliamenti, per 4 milioni e 54 mila euro, dell’Istituto Elsa Morante, con la costruzione di un nuovo edificio per aule e laboratori, e dell’Istituto Buontalenti, 2 milioni e 420 mila euro necessari per i laboratori di cucina e una sala, oltre all’adeguamento normativo del Liceo Capponi( con 1 milione e 700 mila euro per la realizzazione di una nuova scala di sicurezza e il rifacimento completo degli impianti elettrici). Avviati anche i lavori di ampliamento per l’Istituto Chino Chini di Borgo San Lorenzo (4 milioni e 54 mila euro), e per l’Istituto Balducci di Pontassieve (2 milioni e 200 mila euro). Per entrambi si tratta della costruzione di un nuovo edificio, collegato a quello principale, che permetterà di rimuovere una struttura prefabbricata esterna. 18 le nuove aule del Chini, 8 per il Balducci. Infine a Firenze sono previsti nei primi mesi del 2019 l’inizio dell’ampliamento del Liceo Rodolico (succursale di via del Podestà), 1 milione e 784 mila euro, e quello della succursale dell’Istituto Alberghiero Saffi. Il progetto prevede la costruzione di un nuovo edificio in via del Mezzetta. Sono stati realizzati nel 2017 interventi di riqualificazione energetica, tramite sostituzione degli infissi, agli istituti Vasari, Balducci, Meucci (ancora in corso), presso la sede e l'edificio convitto dell'Agrario, con un investimento di 1 milione e 800 mila euro.

A Lastra a Signa il sindaco Angela Bagni si recherà alla scuola primaria di Porto di Mezzo per salutare insieme agli alunni l’inizio del nuovo anno scolastico. Ad accompagnarla il dirigente scolastico Luciano Cianti. Successivamente il sindaco sarà presente alla prima campanella della scuola secondaria di primo grado Leonardo Da Vinci. A tutti gli studenti e alunni delle scuole sarà consegnata una lettera di auguri per l’inizio dell’anno a firma del sindaco e dell’assessore alla pubblica istruzione Elena Scarafuggi. Gli iscritti che frequenteranno le scuole di Lastra a Signa sono così suddivisi: 481 per le scuole d’infanzia, 836 per le primarie e 558 per le scuole secondarie di primo grado. I nidi d’infanzia hanno già iniziato nelle scorse settimane (in tutto 120 bambini).

Un anno scolastico proficuo e sereno, nel segno di una scuola all'avanguardia e in grado di formare i cittadini del futuro nel rispetto dei valori democratici e costituzionali. Questo è l'augurio dell'assessore regionale ad Istruzione, formazione e lavoro, Cristina Grieco, che sarà vicina ai quasi cinquecentomila studenti che in Toscana faranno il loro primo ingresso in classe o ci torneranno, dalle scuole di infanzia alle superiori, tagliando idealmente il nastro del nuovo anno scolastico alla scuola Cerboni di Portoferraio all'isola d'Elba, dove il pomeriggio interverrà - accompagnato dal presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi - il presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, all'Elba per salutare l'avvio del nuovo anno scolastico. Durante la mattinata Grieco visiterà anche altre scuole dell'isola con i dirigenti dell'ufficio scolastico regionale e della provincia di Livorno. "Nel mondo della scuola non mancano certo le difficoltà. Ma accanto alle criticità, che cerchiamo di superare con le nostre politiche, ci sono anche tanti aspetti positivi. Nelle visite che faccio in modo frequente nelle scuole toscane colgo entusiasmo, caparbietà, passione e il desiderio di migliorare questo incredibile ed affascinante microcosmo che è la scuola", afferma l'assessore Grieco. "L'attenzione che la Regione Toscana riserva alla scuola è altissima da sempre. Ogni euro stanziato per l'educazione e la formazione lo consideriamo il miglior investimento per il futuro", continua Cristina Grieco. "Anche nell'anno che sta per iniziare il nostro impegno sarà quello di mettere in atto interventi coordinati ed efficaci di supporto alle scuole e ai territori. La scuola rimane per la Regione un punto fermo su cui puntare al fine di accompagnare e valorizzare il percorso che è stato intrapreso da tempo, un percorso teso e favorire il successo formativo di ogni individuo attraverso opportunità, ambienti di apprendimento e modalità didattiche in linea con le sfide educative di oggi, per preparare i giovani a gestire la complessità del domani". E ancora: "Auguro a tutti, alunni e studenti di ogni ordine e grado, docenti e personale di supporto, un proficuo e sereno anno scolastico".

Primo giorno di scuola nel segno dell’accoglienza e della conoscenza della città di Siena per i 180 ragazzi delle nove classi dell’Istituto di Istruzione Superiore “Sallustio Bandini”. In occasione dell’apertura del nuovo anno scolastico lunedì 17 settembre, i ragazzi, provenienti da ogni parte della provincia, potranno così, accompagnati dai loro insegnanti conoscere e scoprire la città che li ospiterà per i prossimi cinque anni nel raggiungimento del loro percorso scolastico. «Riteniamo il tema dell’accoglienza – spiega il dirigente scolastico Alfredo Stefanelli – di fondamentale importanza per dare il giusto valore al percorso scolastico che i nuovi ragazzi si apprestano a fare. Fornire loro un quadro di riferimento rispetto alla città che li andrà ad ospitare sarà un valore aggiunto che porteranno in questa nuova loro esperienza di vita».

Redazione Nove da Firenze