Spicchio, tragedia sul lavoro in una azienda agricola

Un operaio di 49 anni è morto dopo essere caduto da una impalcatura e aver sbattuto violentemente la testa. Portato all'ospedale di Empoli in codice rosso, non è stato possibile salvarlo


Tragedia stamani a Spicchio, vicino a Empoli. Un uomo di 49 anni è morto sul lavoro per le conseguenze della cadura da una impalcatura, in circostanze da chiarire da parte di carabinieri e Asl.

L'uomo, che ha sbattuto violentemente la testa, è stato portato in codice rosso all'ospedale di Empoli ma i soccorsi sono stati purtroppo inutili, l'operaio è deceduto.

“Oggi è morto un altro lavoratore. Un'altra persona stamani è uscita di casa e non vi farà ritorno. Perché è caduta da un tetto che stava aggiustando. Eventuali responsabilità le accerterà la magistratura. A noi che rappresentiamo le istituzioni però spetta il compito di non sottovalutare più questa continua strage di lavoratori che anche nella nostra regione produce costi altissimi”. Così il presidente del Consiglio regionale, Antonio Mazzeo, sulla morte di un lavoratore avvenuta a Vinci.

“C’è una battaglia da portare avanti e vincere e riguarda tutti, non solo i sindacati o le imprese – aggiunge Mazzeo. - Occorre cioè che il tema sicurezza sul lavoro, e quindi della qualità del lavoro, diventi centrale nelle nostre politiche perché la sicurezza è un diritto assoluto e mai negoziabile”.

Redazione Nove da Firenze