Specola, lunga chiusura per lavori: sabato 31 agosto ingresso e visite guidate gratis

Un anno e mezzo la durata prevista per riqualificare la storica sede di via Romana. Grande investimento: circa 5 milioni tra Università di Firenze e Regione Toscana. Il museo famoso per le cere, la zoologia e la Tribuna di Galileo ospiterà anche la collezione di mineralogia e litologia di via La Pira


Chi ha voglia di tornare a vedere La Specola, museo tra i prediletti per i giovani per le sue cere spettacolari e animali imbalsamati, deve affrettarsi perché dal 1 settembre inizieranno lunghi lavori e resterà chiusa al pubblico per circa un anno e mezzo.

Il giorno giusto potrebbe essere sabato 31 agosto, quando il Museo La Specola saluta il pubblico con una giornata a ingresso libero (ore 9 -13 | via Romana, 17) prima appunto della chiusura per lavori. Ma è presumibile che sabato ci saranno lunghe file e poco tempo per gustare tutta la bellezza ospitata in questo museo, tra cui le celebre "Tribuna di Galileo", e quindi chi desidera farsi una visita con tutti i crismi è meglio scelga uno dei giorni della settimana. Orario 9-17 da martedì a giovedì, 9-13 venerdì.

Solitamente La Specola resta aperta anche la domenica mattina dalle 9 alle 13 ma in questa settimana speciale l'ultimo giorno utile per visitarla prima della grande chiusura (fatti due conti, dovrebbe riaprire nella primavera del 2021) sarà sabato 31 agosto. 

Sarà possibile ammirare le collezioni zoologiche, le cere anatomiche, la Tribuna di Galileo e l’esposizione permanente “Mineraliter”, ma anche altre parti del museo, eccezionalmente aperte al pubblico per questa occasione. Con la guida dei curatori de La Specola, infatti, si svolgeranno visite gratuite al Torrino Astronomico, al Salone degli Scheletri e alle collezioni di studio entomologiche. Le prenotazioni si potranno effettuare la mattina stessa nella sede del museo (info allo 055 2755100).

Venendo allo specifico dei lavori, dal 1° settembre La Specola - che fa parte del Sistema Museale di Ateneo dell'Università di Firenze - chiuderà al pubblico per i lavori di riqualificazione della storica sede. Il progetto di intervento, frutto della collaborazione tra la Regione Toscana e l’Università di Firenze, prevede complessivamente un investimento di circa 5 milioni di euro. Permetterà anche un notevole arricchimento espositivo: a conclusione dei lavori La Specola potrà infatti ospitare la collezione di Mineralogia e Litologia, conservata attualmente in via La Pira ma non disponibile per le visite.

Redazione Nove da Firenze