Spaccio di eroina tra Firenze e Scandicci: la droga era nascosta in bocca

Lo spacciatore, con precedenti per spaccio, è l'ennesimo fermo lungo il tracciato della Tramvia Linea 1


I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Scandicci hanno tratto in arresto un giovane nigeriano per spaccio di sostanze stupefacenti avendo lo stesso ceduto una dose di eroina ad un tossicodipendente italiano. 

Nella mattina di ieri un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile di Scandicci ha notato un italiano nei pressi della fermata “Aldo Moro” della linea tramviaria Firenze-Scandicci che "non era interessato a salire su un treno per sperimentare l’apertura della nuova linea fino all’ospedale di Careggi". Infatti, dopo pochi attimi, l’uomo parlava con un ragazzo identificato come cittadino nigeriano di 28 anni e richiedente asilo politico.

La contrattazione è durata molto poco ed il nigeriano, dopo aver preso alcuni contanti, ha tirato fuori dalla bocca una pallina per poi consegnarla al suo cliente ed allontanarsi velocemente. I Carabinieri sono intervenuti immediatamente, fermato compratore e cliente e ritrovando la dose di eroina nelle tasche dell’Italiano ed i soldi ancora in mano allo straniero. Condotti in caserma l’italiano ha confermato quanto accaduto ed è stata segnalato come assuntore di droga alla locale Prefettura mentre il nigeriano è stato tratto in arresto per spaccio di sostanze stupefacenti.
L’arrestato, l’ennesimo colto in flagranza di reato lungo la tramvia, attenderà nelle camere di sicurezza della caserma di Scandicci il giudizio direttissimo. Il 28enne, annovera già precedenti per reati di spaccio di stupefacenti.

Redazione Nove da Firenze