Rubrica — Fiorentina

Le sensazioni da Pioli

Fotografie di Alessandro Zani

Oggi alle 14:00, nella sala “Manuela Righini”, Stefano Pioli ha tenuto la conferenza stampa pre-Napoli


L’allenatore viola è sembrato equilibrato, sia durante la sua entrata all’interno della sala che durante le domande dei giornalisti. Senza sospiri o insicurezze ha affrontato direttamente i temi propostigli.

Da quello che si evince, il mister della Fiorentina vuole una squadra che rispecchi a 360 gradi i suoi valori. Ha parlato di mantenere la concentrazione; restare sempre sul pezzo; essere duttili, come per Veretout col nuovo ruolo assegnatoli davanti alla difesa; ma soprattutto imparare l’interpretazione delle situazioni. Pioli non vuole apportare modifiche, ma applicare al calcio ciò che serve per raggiungere una continuità nei risultati, nella mentalità, negli stimoli. Infatti i gigliati esprimono proprio questa sensazione in campo ed è quello che fa più paura, tra virgolette, perché voler imparare ti rende un recipiente da riempire e prendi ogni esperienza come semplice insegnamento. Ti rendi cosciente che “non potevo fare più di così” significa essersi impegnati al massimo e tutte le volte uscirai a testa alta dallo stadio. Questo forgia il carattere d’una rosa, la unisce: perché ciascun match diventa intenso. Poi hanno colpito, su Chiesa, le sue maniere chiare e non offensive (specchio della personalità che possiede Stefano) attraverso cui ha criticato la sbadataggine dei giornali nel valutare giovani promesse calcistiche. Vanno evidenziati due concetti degni di nota riguardanti Federico: uno ripescandone le parole “Deve seguire una crescita regolare” e l’altro che il grande giocatore lo crea il contesto, cioè i suoi compagni.

Inoltre, cosa significativa, la similitudine con Ancelotti che inconsciamente gli viene fuori: “Fa piacere che i giocatori dicano bene della mia gestione” dimostra anche quanto sia positivo il momento che sta vivendo.

Abbiamo un uomo oltre che allenatore, un gruppo splendido e quindi domani aspettiamoci una partita coraggiosa.

Fiorentina — rubrica a cura di Manuel Cordero

Manuel Cordero

Manuel Cordero — Nato a Firenze nel 1995, è appassionato di giornalismo e tifoso della Fiorentina

E-mail: fiorentina@nove.firenze.it