Santa Verdiana: prima pietra per la palazzina polivalente

Un edificio polivalente a destinazione pubblica e il nuovo ingresso al plesso didattico


 Nascerà nel cuore di Sant’Ambrogio. Oggi è stata simbolicamente posata la prima pietra. Il costo dell’opera è di circa due milioni e 300 mila euro ed i lavori dureranno meno di due anni.
Alla cerimonia erano presenti il sindaco Dario Nardella, l’assessore ai lavori pubblici Stefano Giorgetti, l’assessore alle partecipate Lorenzo Perra, il rettore Luigi Dei, il preside del Dipartimento architettura Saverio Mecca, il presidente di Firenze Parcheggi Angelo Falchetti, l’amministratore delegato di Firenze Parcheggi Carlo Bevilacqua, il presidente e la vicepresidente di Sicrea Group Luca Bosi e Rossana Mori. Presenti anche i progettisti dello studio Breschi.

Il concept generale del progetto è quello di un corpo allineato al perimetro della piazza in cui si apre il nuovo ingresso al Dipartimento di Architettura, in asse con il cortile interno, e la sovrapposizione di una pensilina che è orientata sulle linee matrici dell’ex convento di Santa Verdiana e appare leggermente disassata rispetto al fronte sulla piazza. Nella palazzina troveranno posto uffici e la centrale operativa di Firenze Parcheggi.

“Grazie a un grande lavoro di squadra – ha commentato il sindaco Dario Nardella – questa piazza, crocevia del quartiere e porta di ingresso per la città da Oriente, verrà completamente riqualificata. Un segnale che Firenze non vive di conservazione ma di cambiamento e che questo quartiere rinasce e recupera, pezzo dopo pezzo, la sua anima”. Per la realizzazione Firenze Parcheggi, come ha annunciato l’amministratore delegato Bevilacqua, si avvarrà dello strumento giuridico del leasing in costruendo, previsto dal Codice degli Appalti, che permetterà tempi più certi per la realizzazione, senza un esborso immediato da parte della società. Il trasloco della centrale operativa dagli uffici a Sant’Ambrogio, inoltre, come ha sottolineato dal presidente Falchetti, vuole rinnovare il rapporto della partecipata con il centro di Firenze.

“Il nostro lavoro inizia oggi - ha dichiarato Bosi - e dimostreremo di essere all’altezza di una sfida così importante per la città di Firenze. Non poteva esserci miglior viatico per il nostro processo di radicamento toscano che ha visto nei mesi scorsi un’operazione straordinaria sulla cooperativa CL’A di Montelupo e l’apertura di una sede operativa ad Empoli. Vogliamo investire su territorio e siamo grati a Firenze Parcheggi per aver avviato una procedura di leasing in costruendo che segna una bella novità nel campo degli appalti pubblici, una modalità di partnership che da garanzia sui tempi di realizzazione dell’opera”.

Redazione Nove da Firenze