Ricorso anti-tramvia, anche Bagno a Ripoli al Tar contro Razzanelli

Il sindaco Casini: “Opera di interesse pubblico. Eventuali ritardi o slittamenti sarebbero un grave danno per il nostro territorio. Pur non essendo direttamente citati dal ricorso, riteniamo doveroso costituirci nel giudizio"


Il Comune di Bagno a Ripoli si costituisce nel giudizio promosso davanti al Tar della Toscana dal consigliere comunale di Firenze Mario Razzanelli contro il Comune di Firenze e Tram spa per l’annullamento e/o la riforma della delibera della giunta fiorentina del 20 ottobre 2020 relativa alla non assoggettabilità a Via del progetto della linea tramviaria 3.2 per Bagno a Ripoli.

“Pur non essendo direttamente citati dal ricorso – spiega il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini – riteniamo doveroso costituirci nel giudizio dinanzi al Tar, al fianco del Comune di Firenze nella battaglia in difesa della tramvia. Stiamo parlando di un progetto di altissimo interesse pubblico che, una volta realizzato, consentirà a tutto il territorio a sud est di Firenze e al nostro comune di disporre di un mezzo di trasporto ecologico, moderno e all’avanguardia, in grado di ripensare in chiave sostenibile la mobilità e gli spostamenti di migliaia di cittadini. Eventuali ritardi o slittamenti del progetto costituirebbero un grave danno per il nostro territorio. Un rischio che vogliamo scongiurare”.

Redazione Nove da Firenze