Regionali: un appello per l’ambiente

Cgil, Cisl e Uil scrivono ai candidati alla Presidenza e al Consiglio della Regione, per chiedere l’impegno a favore di un modello di sviluppo ambientalmente e socialmente sostenibile. Serena Spinelli (Sinistra Civica Ecologista): “Condividiamo l’obiettivo per una Toscana più giusta e più inclusiva”


Un appello per un modello di sviluppo ambientalmente e socialmente sostenibile. E’ quello che rivolgono Cgil, Cisl e Uil della Toscana ai candidati alla Presidenza e al Consiglio della Regione Toscana.

Un documento in questo senso, in cui si evidenzia la necessità di “progetti immediati e concreti che riducano le emissioni di anidride carbonica e che salvaguardino le risorse che la Terra mette a disposizione e riproduce”, è stato elaborato e condiviso dai tre sindacati regionali e inviato ieri ai candidati. Nel testo si sottolinea come “la riconversione ecologica dell’economia va fatta assieme ai lavoratori, non contro di essi” e si indicano come prioritari il contrasto allo spopolamento delle aree interne, l’aumento delle energie da fonti rinnovabili (a cominciare dalla geotermia), la riduzione di emissioni di anidride carbonica e di micro particelle, la ripubblicizzazione della risorsa idrica, un nuovo piano regionale dei rifiuti che tenga conto dell’ambiente e del lavoro.

“Aderisco convintamente all’appello rivolto da Cgil, Cisl e Uil della Toscana ai candidati alle elezioni regionali per un modello di sviluppo ambientalmente e socialmente sostenibile. E’ quello che vogliamo come Sinistra Civica Ecologista ed è su questo che è incentrato il nostro programma per la Toscana”. “Il documento che i sindacati confederali hanno elaborato congiuntamente evidenzia la necessità di progetti immediati e concreti per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica, che salvaguardino le risorse ambientali e naturali. Un testo che ribadisce come la transizione ecologica dell’economia vada fatta assieme ai lavoratori e non contro di essi. E che indica tra le priorità da perseguire nella prossima legislatura il contrasto allo spopolamento delle aree interne, l’aumento delle energie da fonti rinnovabili, la ripubblicizzazione della risorsa idrica, un nuovo piano regionale dei rifiuti che tenga conto dell’ambiente e del lavoro”. “Sono gli obiettivi che condivido e su cui intendo continuare a basare il mio impegno. Per una Toscana più giusta, più inclusiva, più sostenibile, che rispetta l’ambiente e non lascia indietro nessuno” E’ quanto dichiara Serena Spinelli, candidata per Sinistra Civica Ecologista nei collegi di Firenze 1 e di Firenze 2.

Redazione Nove da Firenze