Rubrica — Spettacolo

Tv, Raitre: Massimiliano Ulivieri a "Che ci faccio qui"

Lunedì 7 dicembre alle 23:15 il disabile toscano, residente a Bologna, ospite del programma condotto da Domenico Iannacone


“Non mi ricordo quando ho smesso di camminare”, confida Max Ulivieri, affetto da una malattia che si è manifestata quando era bambino. Nella seconda puntata di Che ci faccioqui, a distanza di sette anni Domenico Iannacone ritrova un uomo che ha trasformato la sua fragilità in forza. “Siamo Angeli” rompe il tabù del sesso vissuto dai disabili, il cui bisogno di amare è un’urgenza che non conosce limiti. “Sophie mi ha completato - dice Ulivieri parlando di sua figlia nata da poco - io l’ho voluta tantissimo, ma non riuscivo a credere che potesse capitarmi una cosa così incredibile. Invece lei mi ha dimostrato che da un corpo imperfetto può nascere un corpo perfetto”. “Siamo Angeli” è anche il racconto della storia tra Max ed Enza, sua moglie, una donna che col suo amore ha scardinato stereotipi e pregiudizi. Una storia d’amore che diventa battaglia civile per il riconoscimento del diritto alla felicità di ognuno.

Redazione Nove da Firenze